L'iniziativa di giovedì 13 settembre. La manifestazione è promossa dal Consorzio Perugia in centro in collaborazione con la Fondazione Perugia Musica Classica onlus

1PERUGIA – Per il quarto anno consecutivo torna in centro a Perugia, giovedì 13 settembre, la Mezzanotte Bianca della Musica d’arte. L’iniziativa, a cura del Consorzio Perugia in Centro, promotore per tutta l’estate, con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, degli appuntamenti del giovedì sera di Perugia is open, di cui questo evento rappresenta la conclusione, in collaborazione con la Fondazione Perugia Musica Classica onlus, segnerà l’apertura della 73^ Sagra Musicale Umbra, in programma a Perugia e in altre 5 città dell’Umbria fino a sabato 22 settembre.

L’evento, che gode anche di un supporto speciale da parte della Regione dell’Umbria, si ispira come sempre al tema suggerito dalla Sagra Musicale Umbra, che quest’anno si sviluppa attorno alla figura di Aldo Capitini e all’antico dualismo tra “Guerra” e “Pace”. Scenderanno in campo tante energie che arrivano dal territorio, bande musicali e cori che si alterneranno tra piazze e luoghi monumentali del centro storico perugino, seguendo un filo conduttore che si dipana nell’arco di un’intera giornata per concludersi, come sempre, con un gran finale.

“Per noi – è intervenuta Anna Calabro, presidente della Fondazione Perugia Musica Classica onlus – questo appuntamento rappresenta un valore aggiunto per la Sara Musicale Umbra, una vera e propria festa per tutta la città”. Il programma musicale è stato messo a punto da Andrea Franceschelli, presidente del Fondo Storico delle Bande Musicali, e da Fabrizio Croce, direttore artistico di Perugia is open, in stretto coordinamento con il direttore artistico della Sagra Musicale Umbra e della Fondazione Perugia Musica Classica onlus, Alberto Batisti.

“Aldo Capitini – ha sottolineato Batisti – trova il suo spirito fedelmente riprodotto in un’iniziativa come questa, una festa dall’autentica anima popolare, ‘fragorosamente’ rappresentata dalle Bande musicali”. “Giovedì ‘open’ – ha commentato Teodoro Amelia, consigliere del Consorzio Perugia in centro – è oramai un claim. Siamo riusciti ad abituare i cittadini alla frequentazione del centro e ancora una volta si è rivelata una scelta vincente. Si propone come anteprima al weekend, offrendo tanti spunti e tante proposte per frequentare il nostro territorio attraverso il concetto di città aperta.

Per noi è un grandissimo orgoglio partecipare con l’ultima serata di Perugia is open alla Sagra musicale umbra”. “Come amministrazione comunale – ha detto l’assessore alla Cultura, Turismo e Università del Comune di Perugia Teresa Severini – in cui sono state messe insieme tante competenze riuscendo a dare l’immagine di una città, Perugia, che si apre sempre di più. È molto bello poter unire i tanti e diversi aspetti di cui la musica d’arte e l’arte nella musica si compongono. Per questo, come Comune siamo stati particolarmente vicini all’organizzazione e abbiamo messo a disposizione luoghi come Palazzo della Penna e la Sala Binni”. “La Sagra Musicale Umbra – ha dichiarato l’assessore alla cultura della Regione Umbria Fernanda Cecchini – ha la capacità di mettere insieme musica di qualità, sarà la conclusione di una stagione che ha visto andare bene tutti i festival”.

Il programma

Il pomeriggio di giovedì 13 settembre, ultimo appuntamento per la stagione di Perugia is open, si aprirà simbolicamente alle ore 17 con l’inaugurazione presso il Museo Civico di Palazzo della Penna della mostra fotografica “Camera sacra” di Adriano Scognamiglio, curata dall’assessorato alla Cultura del Comune di Perugia e dedicata ad immagini storiche della Sagra Musicale Umbra. A margine della mostra il programma musicale prevede l’esibizione per piano solo di Manuel Magrini (ore 18) e quella del Coro Omphalos LGBTI diretto dal maestro Sergio Briziarelli (ore 20).

Il programma delle esibizioni si svilupperà con eventi alla Torre degli Sciri, che ospiterà al al tramonto il programma su “Guerra e Pace al tempo dei cavalieri” (alle ore 19 a cura dell’Ensemble di Musica antica Trobadores e gruppo vocale Tritonus), alla splendida Sala Binni di Porta Sole (dove alle ore 21 si esibirà il Coro “Le Cantarine di Porta Sole” diretto da Claudia Puletti) e al Chiostro di San Lorenzo (alle ore 21.45 con il Coro “I Cantori di Perugia” e la Corale Polifonica di Ponte Valleceppi, riuniti sotto la direzione di Vladimiro Vagnetti con un repertorio di Musica sacra).

In contemporanea alle esibizioni dei cori prenderà il via il programma delle Bande musicali, con la partecipazione delle rappresentanze delle Città di Deruta e Umbertide, delle Filarmoniche di Marsciano, Pila e Spina, quest’ultima con le majorettes, e della Banda del Liceo Musicale di Terni supportata dalla Banda di Belfiore.

La sfilata partirà dai Giardini Carducci alle 21, per poi proseguire tra Piazza della Repubblica, dove sarà di scena per un breve concerto la J.B. Band, filiazione della Filarmonica Verdi di Spina, sagrato di S.Ercolano, Piazza Matteotti, via Fani.

Il gran finale è previsto intorno alle ore 23 sulla scalinata della Cattedrale di San Lorenzo, dove confluiranno anche i cori che si sono esibiti precedentemente: il programma prevede la lettura pubblica di alcuni brani scelti dagli scritti di Aldo Capitini – personaggio simbolicamente rappresentativo dell’intera giornata, di cui ricorre quest’anno il 50° anniversario della morte – tra cui una sua lettera inedita indirizzata all’allora direttore della Sagra Musicale Umbra e del Teatro alla Scala di Milano, Francesco Siciliani, in cui chiedeva aiuto per trovare qualcuno che traducesse in italiano la popolare canzone We shall overcome. Inno pacifista che, a seguire, verrà eseguito insieme al Va’ Pensiero di Verdi e all’Inno alla Gioia di Beethoven.

  (276)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini