Un progetto realizzato dal Comune insieme all’associazione CampuSport

1MONTONE – Si è rivelata vincente, ma soprattutto proficua, la collaborazione tra il Comune di Montone e l’associazione CampuSport. La sinergia, nata da un’idea dell’amministrazione del borgo, ha permesso di rinnovare il campetto polivalente all’interno del parco di Piazza del Mercato.

2Lo spazio è stato inaugurato nei giorni scorsi, alla presenza del sindaco Mirco Rinaldi, dell’assessore allo sport, Roberta Rosini, e del presidente dell’associazione CampuSport, Claudia Orticagli, con un torneo di calcetto e basket 3 contro 3, con un’esibizione di Baskin e l’intrattenimento musicale del gruppo “Never Together”.

“Gran parte del merito va soprattutto ai ragazzi di Montone e all’Associazione CampuSport – ha precisato Rinaldi -. Tutti insieme hanno ‘lavorato’ per la sistemazione, riportando un servizio rivolto sia alla comunità che a loro stessi. Il borgo ritrova e, allo stesso tempo, si arricchisce di uno luogo bello dove giocare e socializzare”.

I lavori hanno riguardato la sostituzione della rete perimetrale ormai logorata e malridotta, la sistemazione della pavimentazione di gioco e una nuova verniciatura.

Al gruppo di lavoro è stato affidato il campetto da riqualificare attraverso un percorso iniziato con una analisi dei luoghi, al fine di progettare un’intervento di sistemazione coerente con la realtà urbana in cui questo si inserisce, ma anche con l’obiettivo di accompagnare i giovani coinvolti in un processo di osservazione, conoscenza, appropriazione e identità della propria città, dei suoi spazi, delle sue relazioni e delle sue funzioni.

Questo il commento di uno dei ragazzi protagonisti: “Questa iniziativa promossa dal Sindaco è stata un modo per educare noi ragazzi a rispettare le opere pubbliche perché sono di tutti. Ora sta a noi, che frequentiamo il campetto tutti i giorni e che abbiamo aiutato a ristrutturarlo, vigilare in modo che non si riverifichino atti di vandalismo. Occhio quindi ragazzo che vieni al campetto! Gioca, divertiti…..senza rompere”. (76)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini