Articolo a cura di LUCIANO BALLARIN

1FOLIGNO – Sono arrivate dalla Russia per uno shopping tour e come di consuetudine durante il soggiorno, almeno una giornata è dedicata a visitare una località turistica e culturale di cui è ricco il nostro bel Paese. La loro accompagnatrice Natalia, tramite Facebook ha scoperto Rasiglia e ha avuto l’idea di portare le sue clienti a visitare questo luogo diverso dai soliti e più conosciuti.

Ha inviato la sua richiesta e Milena  dell’Associazione “Rasiglia e le sue sorgenti”, nel giro di mezz’ora è riuscita ad organizzare una visita guidata per queste ospiti gradite, quanto inattese.
Grande sorpresa quando il gruppo dei vacanzieri russi è arrivato a Rasiglia e sono comparse nove bellissime ragazze che passeggiando per il borgo hanno fatto girare la testa a molti turisti.

E sono sempre Loro a far girare anche una parte importante dell’economia di tante località turistiche italiane, tra arrivi in aereo, pernottamenti in hotel, shopping tour nelle boutique e negli outlet. Riuscire ad intercettare questi flussi turistici è importante e possibile, se un luogo sconosciuto fino a pochissimi anni fa come Rasiglia, è riuscito ad affacciarsi prepotentemente sul mercato del turismo italiano ed ora timidamente anche straniero, cosa potrebbe fare una grande città con molte più risorse umane ed economiche?

La sola pagina Facebook di Rasiglia, gestita da un’unica persona, nel mese di agosto ha totalizzato quasi 85.000 visualizzazioni, sono tanti occhi che hanno scoperto il nostro piccolo paese e tante persone che poi hanno voluto toccare con mano, ciò che pochi paesani all’inizio e gli amici dell’associazione “Rasiglia e le sue sorgenti” in seguito, hanno saputo recuperare e valorizzare. Natalia e le sue clienti ci hanno ringraziato entusiaste per le poche ore trascorse a Rasiglia, sicuramente da raccontare agli amici in Russia. La via dell’Est è aperta. (1092)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini