1FOLIGNO – Alle 11 il sole già picchia forte sul campo de li giochi, mentre gli addetti ai lavori (tecnici e operai) preparano la pista. Non osiamo pensare cosa sarà alle 14,30, quando tutti entreremo nel teatro della giostra, in special modo i figuranti sulla cui tribuna il sole tramonterà solo dopo le 18.

2Sarà una bella giostra, tutta vivere. Imprevedibile dal punto di vista dei pronostici, perchè dove anche la vittoria già scritta, alla fine può sfumare in pochi decimi di secondo. I binomi che potrebbero portare a casa il Palio sono in teoria tutti e dieci, quindi ogni “scommessa” è intrigante e problematica. Tutti hanno un solo obiettivo: far saltare il favorito. E in questa affascinante olimpiade delle giostre di antico regime, il favorito è anche chi alle prove ha dimostrato di non avere la stoffa giusta per cucirsi addosso il trionfo.

4Il  Pertinace Luca Innoceni, portacolori del rione Cassero, scenderà in campo per primo. Sicuramente, con la pista ancora non battuta, spingerà al massimo il suo purosangue Guitto, perchè un credito di secondo potrebbe tornare utile per la seconda e terza tornata. Luca ha trionfato con un galoppo fluido, veloce e costante a giugno scorso. Anche oggi, darà l’assalto al campo de li giochi con lo stile al quale ci ha abituati da molti anni.

5Adesso la domanda è una sola: chi ha promesso “vendetta” al Pertinace per  portasi a casa il palio dipinto dal maestro Thomas Braida di Gorizia?Tutti i dieci binomi, ma non è facile azzeccare il pronostico. Ci sono il Moro del Pugilli, Pierluigi Chicchini; il Baldo del Morlupo Lorenzo Paci; il Fedele del Croce Bianca, Massimo Gubbini; l’Ardito del Badia, Cristian Cordari; Marco Diafaldi del Morlupo, Riccardo Raponi del Contrastanga, Stefano Antonelli del Giotti, Mattia Zannoli della Mora e Daniele Scarponi dello Spada. Tutti sono determinati, ma a decidere sarà la sorte. Basta anche un piccolo errore per essere fuori. Buona fortuna a tutti!
(176)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini