comune-torrinoFOLIGNO – Foligno e la Valle Umbra ospiteranno domenica 23 settembre “La Francescana”, la ciclostorica dell’Umbria, 13/a tappa del Giro d’Italia d’epoca. Alla manifestazione, giunta alla quarta edizione e non agonistica, parteciperanno circa 400 amanti del cicloturismo, in sella a bici d’epoca ed anche con abbigliamento adeguato al tipo di bicicletta.

Sono previsti due percorsi: il primo di 35 chilometri, tutto in pianura, adatto a tutti ed ad ogni tipo di bicicletta, da quella ‘vintage’ a quelle da passeggio; il secondo percorso di circa 75 chilometri, sempre per bici d’epoca ma soprattutto per bici da corsa. La partenza avverrà da Piazza della Repubblica a Foligno (il luogo dove San Francesco fece il primo atto di povertà vendendo stoffe e cavallo per avere i soldi per restaurare la chiesa di San Damiano) per farvi ritorno dopo aver toccato il centri limitrofi (Bevagna, Trevi, Montefalco, Spello).

I percorsi, attraverso il paesaggio della Valle Umbra saranno intervallati da soste ristoro. “E’ una manifestazione per promuovere il territorio – ha detto Luca Radi, presidente “La Francescana Ciclostorica” – ma anche un momento di divertimento e di relax. Nei giorni precedenti la manifestazione – venerdì 21 e sabato 22 settembre – sono state organizzate alcune iniziative collaterali che riguardano il pianeta bicicletta, dalla mostra della componentistica “Campagnolo”, dalle origini fino agli anni ’80 (in programma negli spazi dell’ex teatro Piermarini, Corso Cavour a Foligno) all’esposizione delle biciclette Bianchi (dal 1885 al 1987).

Ci saranno anche le presentazioni dei libri (a Palazzo Giusti Orfini, in via Umberto I) di Guido Paolo Rubino “Campagnolo, il mito” (alle 11), e di Marco Pastonesi “La leggenda delle strade bianche” (alle 12). Nel pomeriggio di sabato 22, nella sala consiliare del Comune di Foligno, alle 17, Gioia Bartali, nipote di Gino Bartali, racconterà la storia del nonno anche attraverso episodi poco conosciuti.

Saranno numerosi gli ospiti della manifestazione, alla partenza della corsa, domenica mattina. E’ annunciata la partecipazione di Gioia Bartali, Norma Gimondi (figlia di Felice), Costanza e Michele Moretti Girardegno (nipote e pronipote di Costante), Giancarlo Brocci, patron della corsa “Eroica”, Wesley Hatakeyama, presidente dell’ “Eroica California”, Marco Scarponi, (fratello di Michele), presidente della Fondazione che ha lo scopo di promuovere la sicurezza stradale soprattutto degli utenti più deboli della strada.

Alla presentazione della ciclostorica sono intervenuti Rita Barbetti, vicesindaco, che ha sottolineato di “apprezzare particolarmente lo spirito della manifestazione che unisce gli amanti della bicicletta e del nostro paesaggio” mentre Enrico Tortolini ha posto l’accento sul fatto che “la Francescana è un punto di attrazione per la nostra città”. ”

  (97)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini