1(25-19, 20-25, 25-19, 20-25, 25-21)
SCANDICCI: Haak 25, Mitchem 20, Mastrodicasa 11, Papa 11, Mazzaro 10, Caracuta 1, Merlo (L1), Zago 10, Santini 2, Qershia, Bisconti (L2). All. Carlo Parisi.
ORVIETO: D’Odorico 16, Decortes 12, Montani 14, Ciarrocchi 7, Bussoli 6, Prandi 4, Quiligotti (L1), Angelini 9, Kantor 2, Venturini, Mucciola, Stavnetchei, Cecchetto (L2). All. Matteo Solforati.
SCANDICCI (FI) – Cresce il coefficiente di difficoltà per la Zambelli Orvieto di serie A2 femminile che, nel programma di incontri precampionato è scesa in campo per la quarta volta sfidando una rivale della massima categoria nazionale.

2Le tigri gialloverdi, malgrado le defezioni per infortunio di due titolari, hanno tenuto bene il campo e si sono difese con le unghie e con i denti, riuscendo a risultare competitive per tutto l’arco dell’incontro che ha avuto durata di cinque set.

Alla fine ad esultare è stata la Savino del Bene Scandicci che, pur priva di molte pedine impegnate in nazionale, ha dato dimostrazione soprattutto con le straniere di avere un organico davvero ottimo.
In terra toscana le rupestri hanno comunque pensato più che altro ad ottimizzare l’intesa, cercando di mettere in pratica ciò che avevano provato in allenamento, con particolare attenzione alla fase cambio-palla.
Scandicci ha iniziato la gara con Caracuta al palleggio, Haak come opposto, Mazzaro e Mastrodicasa centrali, Mitchem e Papa in banda e Merlo libero; Orvieto ha schierato in regia Prandi in diagonale a Decortes, in zona-tre Montani e Ciarrocchi, schiacciatrici D’Odorico e Bussoli e libero Quiligotti.

L’allenamento congiunto si è giocato con set che hanno visto accendere la battaglia a partire dal sedicesimo punto, offrendo la possibilità alle due rivali di tenere alta la concentrazione nei momenti determinanti.
Per due volte le padrone di casa si sono portate in vantaggio e per due volte le umbre sono riuscite a pareggiare i conti, nel tie-break la maggior lucidità e la maggior fisicità della squadra di livello superiore ha avuto la meglio.

La Zambelli ha lasciato spazio durante il match a quasi tutte le sue pedine ed ora farà tesoro della prestazione per tornare ad allenarsi un paio di giorni, prima di tornare in campo per chiudere la settimana con un’altra amichevole. (108)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini