1BARTOCCINI GIOIELLERIE PERUGIA – ZAMBELLI ORVIETO = 3-1
(30-28, 22-25, 25-19, 26-24)
PERUGIA: Pascucci 20, Smirnova 17, Lapi 9, Demichelis 6, Casillo 5, Pietrelli 2, Bruno (L1), Catena 11, Kotlar 3, Gierek, Santibacci (L2). N.E. – Marchi. All. Fabio Bovari e Daniele Panfili.
ORVIETO: D’Odorico 17, Decortes 15, Montani 10, Ciarrocchi 9, Stavnetchei 3, Prandi 3, Quiligotti (L1), Angelini 8, Bussoli 5, Venturini 2, Kantor 1, Mucciola. N.E. – Cecchetto (L2). All. Matteo Solforati e Luca Martinelli.
Arbitri: Ina Varfaj e Annachiara Giampà.
BARTOCCINI (b.s. 12, v. 5, muri 8, errori 11).
ZAMBELLI (b.s. 16, v. 9, muri 9, errori 14).

PERUGIA – Ancora un test con spunti da prendere per la Zambelli Orvieto che trova qualche risposta sul campo nel percorso di avvicinamento al campionato di serie A2 femminile pur senza ottenere il risultato.
Quando mancano ormai due settimane all’esordio ufficiale le tigri gialloverdi concludono la settimana di trasferte registrando un prestazione a fasi alterne nel derby umbro del gentil sesso ma ritrovano la brasiliana Stavnetchei.

Si è dimostrata avversaria di rango la Bartoccini Gioiellerie Perugia che ha mostrato di avere ottime individualità e di poter disporre di un organico molto valido anche per quanto riguarda le alternative.
La gara comincia nel segno di Decortes che porta avanti le ospiti di due lunghezze, ma appena cala il ritmo una ficcante Smirnova rovescia (11-8). La ricezione perugina soffre e il punteggio si riequilibra (13-13). Si procede spalla a spalla per un po’ ma il muro orvietano trova efficacia e controsorpassa (19-22). Nel finale Catena rileva Pietrelli tra le locali e proprio lei propizia l’aggancio dal servizio (24-24).

Allo sprint occasioni da ambo le parti, Pascucci è efficace (otto palle a terra) ma è un errore ospite a regalare il vantaggio.
Si riprende con le gioielliere che escono di slancio dai blocchi con Casillo e vanno agevolmente al comando sfruttando (11-6). Un momento di esitazione riporta in gara le rupestri che con Quiligotti attentissima in difesa riescono a capitalizzare e capovolgere (16-19). Si arriva ancora a braccetto ma stavolta sono le padrone di casa a sbagliare la palla che segna l’uno a uno nel conto dei set.

La terza frazione comincia nel segno delle perugine che con Lapi a tutta fast si portano sul 5-1. Il margine resiste per un po’ sino a che un’ottima serie di D’Odorico impatta (13-13). Nella fase centrale è Catena a svettare facendo riprendere il comando delle operazioni alle magliette nere (20-15). Entrano Venturini e Mucciola tra le ospiti ma senza esiti, a chiudere è Pascucci.

Quarto frangente con la Zambelli che schiera Bussoli ed Angelini in luogo di Stavnetchei e Ciarrocchi, l’andamento è piuttosto equilibrato sino all’8-8. Anche le locali cambiano qualcosa con Kotlar che rileva Casillo e conseguente allungo a più quattro, allora Solforati inserisce Kantor e con qualche muro la sua squadra rialza la testa (16-15). Mucciola da un lato e Gierek dall’altro trovano spazio per un andamento ad elastico che lascia le rivali a contatto (24-24). La chiusura è di Catena.

(foto Maurizio Lollini) (96)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini