Tanti chilometri in sei giorni. E' la sfida dei 'ciclopeperoncini'. Assessore Francesco Mangano, coinvolta anche l'amministrazione che darà il via ad un tour che ha un motto bellissimo 'Se la vita è un viaggio noi lo facciamo in bici...'

1CORCIANO – “Abbiamo accettato volentieri l’invito di questo gruppo di amici e, Sindaco in testa, sventoleremo la bandiera per dare il via ad un percorso che dal Girasole di San Mariano si spingerà fino a San Mango d’Aquino, in provincia di Catanzaro, all’insegna di un motto bellissimo ‘Se la vita è un viaggio noi lo facciamo in bici…'”.

2A dirlo, l’assessore corcianese Francesco Mangano (lavori pubblici, urbanistica, sviluppo economico, edilizia) introducendo la quarta edizione di un ‘ciclotour’ nato per iniziativa di un gruppo di amici residenti nella provincia di Perugia, decisi a guadagnare il ‘loro’ Tirreno, anno dopo anno e attraverso percorsi diversi. Come di consueto, partenza il 1 ottobre dall’Umbria, ovviamente da Corciano ed arrivo il 6 ottobre in Calabria, passando per Ladispoli (1°tappa 178 km) – Formia (2°tappa 185 km) – Torre del Greco (3°tappa 105 km) – Agropoli (4°tappa 145 km) – Maratea (5°tappa 145km) – San Mango d’Aquino (6°tappa 155 km).

In mezzo, sottolineano questi “ciclopeperoncini” – nome che si sono dati per enfatizzare anche la propria appartenenza territoriale – “la divertente scalata del Vesuvio e circa 1000 km da affrontare con un buon ritmo. Nelle scorse edizioni – aggiungono – abbiamo cercato sempre di variare il percorso per trovare posti nuovi, come nella seconda edizione quando abbiamo percorso la litoranea adriatica”. Il gruppo è numericamente variato nel tempo, passando dagli iniziali 3 ad 8, ai 5 di quest’anno.

“I motivi per i quali è nata questa avventura – spiegano ancora – sono semplici, spirito d’avventura, amore per la bici, visitare posti meravigliosi, stare insieme agli amici e soprattutto tornare nel posto dove si è nati, con qualche caloria bruciata in più”. Uno spirito che ha conquistato l’assessore ed anche la comunità corcianese “sono stati finora molti e saranno in molti anche lunedì – ribadisce Mangano – ad accompagnare in bicicletta i ‘ciclopeperoncini’, generalmente per qualche decina di chilometri, per poi lasciarli alla loro pedalata lungo le strade d’Italia”.

L’impresa di questi temerari, in ogni caso ha fatto breccia nella comunità “grazie all’amministrazione comunale che ci accoglie all’arrivo – dicono ancora – all’Istituto Professionale Cavour-Marconi-Pascal di Perugia che ha prodotto il nostro bellissimo logo, al cantastorie juventino, in arte ‘Leomina’, che ha composto il brano ‘Se la vita è un viaggio noi lo facciamo in bici’”. Immancabile la copertura social del ciclotour sulla pagina FB Ciclopeperoncini.

Il gruppo, in linea con lo spirito di amicizia che lo anima, “abbiamo anche cercato di coinvolgere – rimarca – le famiglie dei nostri amici scomparsi in sella alla loro bici in una sfortunata e triste mattinata del 2010. Speriamo che il tempo sia clemente – concludono – e che le gambe girino bene!!!!” (258)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini