Oltre ai circa 45 mila euro messi a disposizione dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, il Comune ha destinato all'indagine altre risorse di bilancio

1CITTA’ DI CASTELLO – Il Comune di Città di Castello ha avviato la procedura per la valutazione di vulnerabilità sismica delle scuole del territorio. In base alla legge 45, che prevede interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite dal terremoto del 2016 e del 2017, sono stati individuati i plessi per i quali è richiesta la valutazione dell’indice di rischio sismico per redigere una griglia di priorità nella programmazione degli interventi.

Oltre ai circa 45 mila euro messi a disposizione dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, il Comune ha destinato a tali attività altre risorse di bilancio per un complessivo di 88 mila euro e per un impegno complessivo di 133 mila euro. Tuttavia i tempi per usufruire del finanziamento sono stretti e l’Amministrazione sta accelerando le verifiche preliminari agli interventi.

Per questo, in sinergia con il Comune di Monte Santa Maria Tiberina ed il Comune di Citerna, convenzionati con la Centrale Unica di Committenza del Comune di Città di Castello, gli Uffici tecnici hanno predisposto quanto necessario per l’espletamento dei servizi di verifica sismica.

Sul sito del comune e in trasparenza è pubblicato l’avviso con tutte le informazioni relativamente ai requisiti per la manifestazione di interesse, i lotti, gli edifici individuati, gli ulteriori dettagli sulle attività richieste nonché la tempistica delle successive fasi della gara. Le manifestazioni di interesse dovranno pervenire, per posta certificata, al Comune di Città di Castello a partire dalle ore 9:00 del giorno dell’’otto Ottobre 2018 e non oltre le ore 24:00 del giorno del 9 ottobre.

Ogni maggiore dettaglio all’avviso disponibile al seguente link  https://cdc.etrasparenza.it/archivio11_bandi-gare-e-contratti_0_392716_0_1.html (69)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini