I PRODOTTI E IL FOLIAGE DEL BOSCO “ACCENDONO” IL BORGO. LA MUSICA FA VIVERE L'AUTUNNO

montoneMONTONE – Dall’ 1 al 4 Novembre il Borgo storico di Montone, uno dei Borghi più Belli d’Italia in Umbria, ospiterà la 35° edizione della “Festa del Bosco”, una delle più suggestive e partecipate iniziative autunnali in Umbria.

Come tradizione vecchie cantine, cortili e piazze del borgo si “accenderanno” grazie alla presenza di artigiani dell’enogastronomia e non solo.
Caldarroste fumanti, funghi, tartufi e gli altri prodotti del bosco, affiancheranno ricami certosini, utensili in ferro battuto, suppellettili in legno intarsiato e ceramiche artistiche. Sarà l’occasione per un censimento vero di piccole aziende di produzione locale.

Oltre ai prodotti dei boschi limitrofi, sarà infatti possibile incontrare il Pastore di Montone, pastore sardo trasferitosi negli anni 60 in Umbria affianco a produttori di salumi da filiera locale, marmellate e mieli; o la patata bianca di Pietralunga (DECO Denominazione Comunale di Origine) prodotta dall’Azienda Pagliarino, creata da giovani produttori di patata alla maniera antica, naturale, per cui l’aratura viene fatta con gli animali e dove le patate vengono anche vendute in prodotti trasformati del tutto originale: marmellate e liquori alle patate.

Collateralmente alla mostra mercato, in programma una serie d’iniziative a carattere culturale: tre mostre dedicate a giovani artisti che lavorano attorno al tema ampiamente evocativo del bosco: Veronica Azzinari, Roberto Ghezzi e Celso Wood; un documentario sulla tradizione contadina “Con i piedi per terra” un viaggio per l’Italia, con la regia di Andrea Pierdicca e Nicolò Vivareli, un’indagine realizzata riprendendo le attività quotidiane nei campi, nei boschi, nelle case e nei mercati, il documentario racconta come fare reddito in maniera sostenibile onorando il senso di appartenenza al territorio e la cultura dei saperi millenari. Varie le proposte musicali ricercate ed intriganti: la reinterpretazione in chiave contemporanea delle 4 Stagioni di Vivaldi, un “viaggio vibrazionale” con le suggestive Campane tibetane, un gruppo itinerante che interpreta la tradizione ed il folklore della Bolivia, una fisarmonica “impazzita”, un coro di “angeli nel bosco”, per citarne solo alcuni.

Molti anche gli spettacoli di animazione, giocoleria, arte di strada ed intrattenimento che si snoderanno lungo le tortuose vie del borgo e, ciliegina sulla torta, in programma per sabato 3 novembre anche il recital “comico-antropologico” del noto attore-cabarettista Roberto Ciufoli.
Diverse le opportunità di fruire di visite guidate, passeggiate, escursioni attraverso campagne, colline e percorsi d’interesse turistico del comprensorio nelle immediate vicinanze del bosco a cura di associazioni ed esperti del territorio.

Il “Trenino del bosco”, a cura di Busitalia, offrirà un collegamento incessante e gratuito dall’area parcheggi posta a valle ed il piazzale della Rocca di Braccio, ovvero il punto più alto e più ostico dell’ascesa alle mura storiche di Montone.

Infine, ampio spazio sarà dedicato alle degustazione dei prodotti stagionali come il vino, l’olio, il tartufo, le conserve, ai sapori della tradizione (ad esempio, una degustazione-conferenza sarà dedicato al tema della “cucina degli avanzi”) ed alle arti e mestieri del gusto con dimostrazioni e momenti laboratoriali dedicati alla preparazione ed alla conservazione degli alimenti di stagione. (141)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini