SONO STATI 45 I PARTECIPANTI, IN CINQUE GIORNI, PROVENIENTI DA CINQUE REGIONI

1FOLIGNO – Si è concluso questa mattina, con un successo oltre le attese, il 102° corso di Operatore di Diritto Internazionale Umanitario, con quarantacinque partecipanti dal resto dell’Umbria, dalla Marche, dal Trentino Alto Adige, dalla Puglia e dalla Basilicata.

Il corso, in programma a Foligno dal primo al cinque ottobre, ha ricevuto l’adesione dell’Esercito, della Polizia di Stato e dei Carabinieri, con sede presso il Centro di Selezione e Reclutamento Nazionale.

Ad organizzare il corso, la Croce Rossa Italiana, diretta da Roberto Pagliacci in sinergia con la sezione di Foligno e Valle Umbra dell’Associazione Nazionale Insigniti al merito della Repubblica Italiana, presieduta da Gianluca Insinga.

Alla cerimonia di consegna degli attestati hanno preso parte: il comandante della caserma Gonzaga di Foligno, Emmanuele Servi; il capitano dei Carabinieri di Foligno, Angelo Zizzi ed il presidente nazionale di Diritto Internazionale Umanitario della Croce Rossa Italiana, Roberto Ridolfi.

“E’ il primo corso del genere che si tiene a Foligno ed in Umbria, dopo molti anni – sottolinea il presidente della sezione Ancri Foligno, Giannluca Insinga – un’occasione anche per far conoscere il nostro territorio, con tante presenze da fuori regioni che hanno soggiornato nelle strutture ricettive, apprezzando le bellezze culturari ed artistiche nonché eno gastronomiche. Ringrazio coloro che, a vario titolo, hanno contribuito all’organizzazione, per l’ottima riuscita, che ha lasciato tutti soddisfatti”.

  (707)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini