1DERUTA – Una data che resterà nella storia e nel cuore della città di Deruta quella di sabato 6 ottobre. Per la prima volta il Borgo umbro, conosciuto in tutto il mondo per la sua ceramica artistica, ha firmato un patto di gemellaggio con un’altra realtà internazionale, il Comune di Gžel’, città a 60 km da Mosca.

“Dobbiamo sentirci onorati di diventare parte di questa storia, bellissima e coinvolgente, nata dall’incontro di antiche tradizioni comuni, distinte per consuetudini e costumi, ma unite dalla volontà di dare avvio a un percorso di promozione dei singoli territori accomunati, soprattutto, dall’arte della ceramica artistica”.

Con queste partole il sindaco di Deruta, Michele Toniaccini, ha accolto nella sala consiliare del palazzo comunale la delegazione di Gžel’. “Da tempo Deruta attendeva un gemellaggio – ha proseguito il primo cittadino -. Questo patto è una grande opportunità per aprire una finestra istituzionale sul mondo, che porterà ad allargare gli orizzonti non solo in termini commerciali, ma anche culturali e sociali”.

Una nuova amicizia volta ad ampliare le opportunità di crescita e di sviluppo dei territori, legati da una comune tradizione per la ceramica artigianale.

A siglare l’accordo sono stati il sindaco Toniaccini e Galina Nikolaevna Golinkova, sindaco di Gžel’, che ha voluto ringraziare l’intera comunità derutese per la calorosa accoglienza. In questi giorni di permanenza la delegazione russa ha partecipato agli eventi locali, come la Santa messa in onore di San Francesco, e ha potuto visitare il Liceo Artistico e il Museo Regionale della Ceramica.

La cerimonia si è aperta con le note dei rispettivi inni nazionali, suonati dalla Banda Musicale Città di Deruta.

All’incontro, hanno preso parte l’Onorevole Marta Grande, presidente Commissione Affari Esteri e Comunitari, Oleg Osipov, direttore del Centro Russo di Scienza e Cultura di Roma e primo Segretario dell’Ambasciata della Federazione Russia in Italia, Larisa Gavrilova, presidente dell’Associazione Russia in Umbria, Antonella Ercolani e Pericle Moretti, rispettivamente presidente e vice presidente dell’associazione “Deruta nel mondo”, e Paolo Ricciarelli dell’associazione “Pro Deruta”.

La giornata di festa si è conclusa con un reciproco scambio di doni e l’invito da parte del sindaco di Gžel’ a visitare la nuova città gemella.

  (222)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini