La cena-evento “Con tutto il cuore” ha compiuto sabato cinque anni: ottima e crescente la partecipazione dei commensali presenti alla serata benefica intrattenuta dalle note del Piccolo Coro del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto “A.Belli” e del cantante Luca Cimarelli. Magia e stupore per i più piccoli grazie al ventriloquo Nicola Pesaresi

con-tutto-il-cuore-2018-3ASSISI – Grande entusiasmo e partecipazione per la cena-evento “Con tutto il cuore” che si è svolta sabato scorso a Capodacqua di Assisi. Oltre ottomila gli euro raccolti grazie alle aziende del territorio e alle donazioni private. Un successo che cresce ogni anno quello della serata benefica nata allo scopo di sostenere le piccole associazioni ed Onlus del territorio, acquistando in loro favore beni o servizi di prima necessità.

Ben 16 le realtà sostenute dall’evento in 5 anni; sorprendente il risultato dell’edizione 2018: 8.306 euro sono stati raccolti grazie alla partecipazione degli ospiti provenienti da tutta l’Umbria. Un traguardo reso possibile dal buon cuore delle aziende locali, circa 40, che hanno donato servizi e prodotti alimentari cucinati per l’occasione.

Insieme a loro anche gli artisti hanno donato la loro arte per intrattenere i commensali: “Ogni anno è una staffetta di solidarietà – spiegano Daniele Lillocci, ideatore e coordinatore dell’evento benefico insieme a Loris Baldassarrini, Gianluca Masciolini, Fausto Volpi, Sabrina Falaschi e Elisa Gambacorta – che ci permette di devolvere l’intero ricavato lasciando a noi solamente un gratificante impegno… con l’augurio di far trascorrere una piacevole serata a chi ogni anno ci dà fiducia”.

ISTITUZIONI E IMPRESE VICINE

“Con Tutto il Cuore” ha festeggiato sabato la sua quinta edizione nell’area della festa della Ciliegia di Capodacqua di Assisi; la cena – organizzata e sostenuta dalla proloco di Capodacqua di Assisi e patrocinata dai comuni di Assisi e Spello – è dedicata ed improntata principalmente al mondo dei bambini ed è partecipata da moltissime famiglie.

Presenti i due sindaci Stefania Proietti di Assisi e Moreno Landrini di Spello, i consiglieri comunali di Capodacqua Giuseppe Cardinali e Federico Masciolini, la presidente del consiglio comunale di Assisi Donatella Casciarri, il dottor Luigi Ferraro, medico del reparto di Pediatria di Foligno; ed il dottor Francesco Chiaravalloti, medico fisiatra della USl1. Fra i commensali anche l’imprenditore Brunello Cucinelli con la sua famiglia (sempre presente sin dalla prima edizione).

INTRATTENIMENTO CON GRANDI ARTISTI

“L’intrattenimento – spiegano gli organizzatori – non viene mai pubblicizzato nella locandina per far sì che la scelta di partecipare avvenga per lo scopo e non per gli spettacoli”. Spettacoli sempre di ottimo livello: quest’anno l’evento ha potuto contare sul grande cuore del Piccolo Coro del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto “A.Belli” diretto dal maestro Mauro Presazzi ma anche sul cantante Luca Cimarelli. Magia e stupore garantite grazie al ventriloquo Nicola Pesaresi: amici che cercano sempre di fare il possibile per essere presenti alla serata nonostante i numerosi impegni.

ASSOCIAZIONISMO E COLLABORAZIONE

Positività attira positività e così nel tempo è nata una “ragnatela” di solidarietà fra questo evento e varie entità, con l’obiettivo comune di sostenere in maniera concreta il territorio. Da qui le condivisioni con la Polisportiva di Prepo (che lo scorso hanno ha iniziato un percorso similare attraverso la cena “Insieme per un Sorriso”), la Caritas di Rivotorto e Capodacqua, le Infiorate di Spello, il Circolo Ricreativo Culturale di Collepino, la Fattoria Sociale “La Semente” di Spello ed il Coro Banda Filarmonica Properzio di Spello.

LA STORIA

La prima edizione del 2014 nacque grazie ad un gruppo di amici di Capodacqua di Assisi per essere vicini ad una famiglia della piccola frazione, condividendo un evento difficile ma a lieto fine. Con il sostegno della proloco è così iniziata una raccolta fondi attraverso la cena per donare un respiratore semi-automatico al reparto di Pediatria dell’ospedale di Foligno, permettendo il trasporto in sicurezza dei bambini che necessitano di cure nelle strutture più importanti del centro Italia (Meyer di Firenze, Bambin Gesù di Roma e Salesi di Ancona).

“Il fatto di aver raggiunto subito e inaspettatamente tale oneroso obiettivo grazie al cuore delle numerose persone accorse, delle attività che ci sostengono e di due donatori anonimi che avevano partecipato alla cena – racconta Daniele – ci ha spinto a dare continuità all’evento a favore delle piccole associazioni del territorio”.

Un evento che insegna come, a fare le cose “Con tutto il cuore” il successo sia assicurato!

 

  (129)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini