1MOIE (Ancona) – Brutta caduta per il campione folignate della Giostra della Quintana, il vincitore del Palio della Sfida e della rivincita, Luca Innocenzi, che oggi pomeriggio, alla finale del torneo equestre mediovale, organizzato dall’Associazione Vallinese, è caduta da cavallo subito dopo la partenza della prima manche.

Un inciampone di Stoia, il cavallo che ha vinto con Luca diverse tappe del campionato. Tutto è accaduto  prima di affrontare la curva e Luca è caduto fratturandosi la clavicola e la caviglia destra. Subito soccorso dagli operatori del soccorso presenti in campo, Innocenzi è stato poi trasferito all’ospedale di Ancona in eliambulanza, per evitare  il tragitto con l’ambulanza. Al suo capezzale, il padre Roberto e i fratelli, che hanno rassicurato subito sulle condizioni del congiunto dopo le cure mediche. Dal campo d e li giochi di Moie, sono arrivati gli auguri  di pronta guarigione al campione.

Solo un graffio per il cavallo. Luca era il destinatario del trofeo 2018, ma la dea bendata oggi gli ha voltato le spalle. Eppure era  una giornata iniziata all’insegna dello sport e della festa, che ha visto impegnati -come ormai accade da 23 anni- i cavalieri più blasonati d’Italia. Luca Innocenzi, con il suo palmarès di tutto rispetto, aveva tra  i fan anche gente di Ascoli Piceno e tanti amici venuti da Foligno, per assistere alla sua salita sul podio.

Una giornata soleggiata e  spensierata e da trascorrere soprattutto fra amici ed appassionati di equitazione. Invece è accaduto l’imprevedibile. Purtroppo, di incidenti simili ne accadono di frequente e non di rado sono anche i grandi campioni a finire a terra. La presidente dell’associazione Giostre medioevali di Moie, Maria Grazia Ferrazzani, ha espresso il suo dispiacere per questo incidente.

L’importante evento di Moie, che vede i migliori cavalieri d’Italia passare qui almeno una volta nella vita e godere dell’applauso degli appassionati, è diventato in questi 23 anni un punto di riferimento e un momento di ritrovo e spettacolo per chi ama i cavalli, lo sport, l’attività all’aria aperta e le atmosfere delle storiche rievocazioni. (1885)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini