Tre umbri tra i migliori partecipanti alla XIV edizione. Accordato per la prima volta l’Alto patrocinio del Parlamento Europeo

1CITTA’ DELLA PIEVE – Parla italiano e anche un po’ pievese il quattordicesimo Concorso Pianistico Internazionale “Lia Tortora”. C’è anche una giovanissima musicista di Città della Pieve tra i premiati dell’edizione 2018 del concorso che ogni anno fa della città del Perugino un trampolino di lancio per nuove promesse del pianoforte.

Ludovica Catena, pievese di 9 anni, è infatti la seconda classificata per la categoria A (concorrenti fino a 10 anni di età) del concorso. Per la stessa categoria la giuria ha assegnato due premi ex aequo: a Ester Lorena Santangelo, 8 anni di Foligno, e a Viola Valmaggi, 10 anni di Rimini.

Nella categoria B (11-13 anni) il primo premio è andato a Filippo Alberto Rosso (11 anni di Pordenone), mentre nella categoria C (14-16 anni) si sono classificati primi ex aequo Gabriele Bagnati, 16 anni di Venezia, e Federico Grigioni, 14 anni di Acquasparta.

Nell’ambito della categoria D (17-20 anni) terzo classificato è risultato Elia Cecino (17 anni di Casal sul Sile), secondo classificato Mario Carbone (19 anni di Mercogliano) e primi ex aequo Maria Iaiza (20 anni di Trieste) e David Mancini (20 anni di Rieti).

Infine per la categoria E (oltre 21 anni di età) va segnalato il terzo premio andato all’indonesiano Anthony Hartono (23 anni), il secondo premio a Alessandro Simoni (22 anni di Castro dei Volsci) e i due primi premi, a Francesca Bandiera (24 anni di Arzano) e, primo premio assoluto, a Osvaldo Nicola Ettore Fatone (23 anni di Manfredonia).

Il Concorso Pianistico Internazionale “Lia Tortora”, nato a Latina nel 2005, da nove anni si svolge a Città della Pieve ed è ormai un importante punto di riferimento nel panorama musicale nazionale e internazionale. A dimostrazione di ciò quest’anno, accanto al patrocinio accordato dal Comune di Città della Pieve, dalla Provincia di Perugia e dalla Regione Umbria, si è aggiunto l’Alto patrocinio del Parlamento Europeo.

  (98)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini