La collettività di sant'Eraclio celebrerà il 21 dicembre la festa del centenario della comunanza agraria con tre giorni di eventi e manifestazioni. Tra le iniziative un concorso fotografico sul tema “la realta’ del territorio da sant’Eraclio fino a Civitella”.

1FOLIGNO – Tra meno di due mesi e precisamente il 21 dicembre, la cittadinanza di Sant’Eraclio celebrerà la “Festa del Centenario della Comunanza Agraria” con una tre giorni ricca di iniziative e manifestazioni di spessore storico-culturale e con una funzione pedagogica per le nuove generazioni. Una occasione per riflettere, approfondire e valorizzare il passato, per apprezzare la funzione svolta nel presente e per rilanciare il ruolo dell’ente strategico per il futuro di Sant’Eraclio.

L’istituzione si costituì nel 1918 ad un mese e mezzo dalla battaglia di Vittorio Veneto, che sancì la fine del primo conflitto mondiale. In una atmosfera di euforia, l’evento ha rappresentato un simbolo di rinascita per una collettività desiderosa di mandarsi alle spalle l’esperienza traumatica della guerra, ricompattarsi per affrontare con determinazione l’avvenire ed essere artefici del proprio destino gestendo i beni della comunità.

“Con l’Unita d’Italia del 1861 tutte le proprietà delle Comunanze Agrarie esistenti vennero incamerate dai Comuni i quali le amministravano godendo dei benefici del legnatico, del pascipascolo e del materiale estrattivo. Anche a Sant’Eraclio il “Monte della Pietra” di proprietà della Comunanza era passato al Comune di Foligno ma con la legge del 1894 secondo la quale i legittimi proprietari potevano rivendicare i loro beni, la Pro Sant’Eraclio chiese al Comune la restituzione del Monte.

La sera del 21 dicembre 1918 nel salone parrocchiale avvenne la ricostituzione della Comunanza Agraria. Risultarono eletti presidente Mariano Manenti, i consiglieri Decio Pioli, Nazzareno Casciola, segretario don Luigi Polanga”. Così sul bollettino storico “Sant’Eraclio” edito all’epoca dalla Parrocchia viene evidenziata la nascita dell’ente. D’allora la Comunanza Agraria si è sempre prodigata nel realizzare le opere, (Molino Viola, l’orologio ubicato sulla Torre del Castello, il parco “Ubaldo Soli e Carlo Marchionni”) nel dare sostegno all’imprenditoria giovanile (Circolo “On Air” e “Cartoons Park”) e fornendo elargizioni alle associazioni che operano per il bene del paese.

Tra le innumerevoli iniziative in cantiere per la “Festa del Centenario” è previsto il 22 dicembre il concorso fotografico “La realtà del territorio da Sant’Eraclio fino a Civitella” che avrà il patrocinio del Comune di Foligno, Regione Umbria, Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno. La quota di partecipazione sarà di 5 euro per ogni gruppo di 20 fotografie che dovranno sottolineare panorami, ritratti, aspetti della vita quotidiana, monumenti. Le foto in Cd in formato jpeg dovranno essere inviate entro il 25 novembre al seguente indirizzo: “Comunanza Agraria di Sant’Eraclio presso Giacomo Committeri via Mure Castellane n.1 06034 Sant’Eraclio di Foligno (PG) unitamente al modulo di adesione.

Le opere d’arte fotografiche saranno proiettate presso il Vecchio Molino dove in occasione della cerimonia di premiazione verranno consegnati gli attestati di merito. Alla fase organizzativa della “Festa del Centenario” che si protrae da mesi, oltre all’attuale Consiglio di Amministrazione della Comunanza Agraria presieduto da Giacomo Committeri, collaborano collegialmente anche le altre realtà associative e istituzionali della frazione folignate.

  (142)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini