Domenica 11, ore 16, Sala Video Auditorium san Domenico, dove "Gli Amici della Musica di Foligno" affidano a Peppe Servillo il concerto con dedica al centenario della fine della Grande Guerra

PEPPE SERVILLO. FOTO DI GIANNI FIORITOFOLIGNO – Ultime battute per la Stagione 2018 degli Amici della Musica di Foligno che a tre concerti dalla chiusura propongono un attesissimo doppio appuntamento. Un vero e proprio evento che vedrà l’arrivo in città di Peppe Servillo, poliedrico protagonista del teatro contemporaneo. Frontman degli Avion Travel, cantante, attore impegnato e pluripremiato, compositore – spesso in scena con l’altrettanto celebre fratello Toni -, porterà all’Auditorium San Domenico, alle 17 domenica 11 novembre, uno dei capolavori di ogni tempo, “Histoire du soldat” di Stravinskij scritto nel 1918 per voce recitante, violino, clarinetto e pianoforte. Un’opera che Peppe Servillo ha fatto sua in un intenso adattamento in napoletano del famoso testo di Charles-Ferdinand Ramuz. La musica sarà quella del Pathos Ensemble con Silvia Mazzon al violino, Simone Nicoletta al clarinetto, Marcello Mazzoni al pianoforte.

Un concerto da non perdere a cui gli Amici della Musica hanno affidato un centenario, quello della fine della Prima Guerra mondiale conclusasi proprio l’11 novembre 1918 con l’Armistizio di Compiègne. Una data che risuona nel titolo “1918-2018. La musica della storia”- così recita il cartellone – che vedrà prima di “Histoire du soldat” l’esecuzione di “Parole tremanti nella notte”, un brano in prima esecuzione assoluta commissionato dall’Associzione folignate al M° Marco Pontini e ispirato ad un verso della poesia “Fratelli” di Ungaretti, del 1916.

Ma c’è dell’altro, perché alle ore 16, nella Sala Video Auditorium San Domenico – ingresso libero -, prima che la musica prenda la scena, saranno le parole del prof. Fabio Bettoni a condurci in “Foligno e la Grande Guerra”, conferenza ispirata alla pubblicazione “Foligno e la Grande Guerra. (1914-1918). Economia, società, istituzioni lontano dal fronte” curata dallo stesso Bettoni e pubblicata da Il Formichiere (2017) per i Quaderni de l’Officina della Memoria. Un salto nella Foligno di un secolo fa per scoprire gli effetti della Prima Guerra sulla vita sociale, politica, culturale di una media città italiana, fino alle vicende dei richiamati e dei reduci.

Parole che condurranno ad un’altra storia, quella del soldato con cui uno straordinario Peppe Servillo ha conquistato in questi anno pubblico e critica. Il pomeriggio musicale sarà anche l’occasione per stringere una nuova amicizia con l’Associazione Pubblica Assistenza Croce Bianca di Foligno – anno di fondazione 1906 – e raccogliere fondi per l’acquisto di una nuova ambulanza da destinare al servizio 118. “Un’ambulanza completa della strumentazione per le emergenze arriva al costo di 80.000 Euro – commentano dalla Croce Bianca -. ed ogni anno normative regionali chiedono la sostituzione e rotazione dei mezzi.

Abbiamo bisogno di una nuova ambulanza, decisivo sarà il contributo di tutti!”. A presentare l’iniziativa, prima del concerto, sarà il Presidente dell’Associazione Pubblica Assistenza Croce Bianca, Marco Prestipino, mentre il foyer accoglierà l’esposizione di una lettiga utilizzata per il trasporto dei feriti durante la Prima Guerra Mondiale.

Per i biglietti è già attiva prevendita online nel sito www.amicimusicafoligno.it, oppure nei giorni di martedì e giovedì dalle10.30 alle 12.30 nella sede degli Amici della Musica di Foligno Largo Frezzi 4 (piano terra Palazzo Candiotti). Al botteghino dell’Auditorium San Domenico domenica 11 dalle ore 16. (116)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini