poliziaPERUGIA – Domenica pomeriggio i poliziotti della Volante, impegnati nei consueti servizi di controllo del territorio in centro città, sono intervenuti a seguito di segnalazione, da parte di un cittadino che stava transitando in via Pellas, di un soggetto maghrebino che, con fare sospetto, si era avvicinato ad un’autovettura parcheggiata allo scopo evidente di asportare qualcosa ma, vistosi scoperto dal passante, si era poi allontanato repentinamente in direzione via della Pescara.

Gli Agenti si mettevano immediatamente alla ricerca dell’uomo, descritto come un giovane di corporatura esile, indossante una felpa scura e delle scarpe arancioni.

Giunti in zona Fontivegge hanno notato due uomini, di cui uno corrispondente in pieno alle descrizioni fornite dal richiedente l’intervento.

Nel frattempo, la proprietaria dell’autovettura giunta in Questura, ha denunciato che dall’abitacolo era stato asportato un orologio di marca, in oro e acciaio.

I due uomini rintracciato alla stazione sono stati pertanto accompagnati in Questura per accertamenti: quello indossante le scarpe arancioni è stato identificato per un 27enne tunisino senza fissa dimora, pregiudicato per reati predatori, gravato dalla misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla P.G.. Sottoposto a perquisizione, non è stato trovato in possesso dell’orologio ma i poliziotti, sospettando che avesse potuto occultarlo, hanno rinvenuto l’oggetto prezioso sotto i sedili dell’autovettura di servizio.

L’altro uomo è stato identificato per un tunisino di 36 anni, residente a Perugia, pregiudicato; sottoposto a perquisizione è stato trovato in possesso di un coltello multiuso con lama di cm. 6, che è stato sequestrato.

Al termine delle attività, il 27enne tunisino è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per furto aggravato ed il 36enne per porto di oggetti atti ad offendere.

L’orologio è stato restituito alla proprietaria. (106)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini