Dal nostro inviato GILBERTO SCALABRINI

aASSISI – Le chiamano donne coraggio: sono le “farfalle” della Associazione onlus “Punto Rosa” di Assisi, fondata dalla maestra Silvana Pacchiarotti. Sono donne operate al seno. Donne che hanno lottato contro il tumore. Tante storie e diagnosi  diverse, con un sentimento che le unisce: la voglia di cancellare, coprire le cicatrici che hanno martoriato la femminilità. Sono ritornate a sorridere e da dici anni aiutano chi si ammala a tirare calci al tumore.

3Ho partecipato alla loro cena e, guardandole, ho confermato la mia tesi: le donne sono l’altra metà del cielo o meglio il grande universo, quando si parla di solidarietà, aiuto e passioni che trasmettono, come contributo, verso le nostre mamme, mogli e figlie quando si ammalano. Punto Rosa è anche un modello sociale che rappresenta, da dieci anni, la partecipazione attiva, affettuosa, credibile nei mesi dolorosi della malattia, della sofferenza e della speranza. Sono donne che aiutano, con tenacia e forte impegno, a rendere meno difficile la volata verso il traguardo della guarigione.

4Sono donne che interpretano profondamente la realtà di chi soffre, che hanno il senso concreto di comunità, che si mettono alla prova con tante attività, come la pittura, le camminate e il teatro e che sono degli antidoti forti per combattere il male che si annida nel loro petto.

9Il segno di queste donne è tutto impresso nella dinamicità della loro presidente, la maestra Silvana, una figura trainante, alla quale va il grande merito di essersi impegnata a costruire un’Associazione come Punto Rosa che ha saputo catalizzare vasti consensi.

11Il volontariato di queste donne, è espressione alta di umanità e ha disegnato, in soli due lustri, una strada maestra per vincere la fragilità di chi si ammala e offre messaggi importanti. Semina speranza e fiducia, ha grande capacità di ascolto, raccoglie storie quotidiane di rabbia, lacrime e momenti di scoraggiamento. E’ un volontariato inclusivo, fatto anche di gioie quotidiane, di cultura della prevenzione e di aiuto vers sostegno medico.

A queste fantastiche donne, noi mariti, figli o padri diciamo GRAZIE!

 

  (878)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini