La classica endurance è valida per il Campionato Italiano Autostoriche. Al via su un’Alfa Romeo GTA il campionissimo Emanuele Pirro. In pista anche le Biposto Corsa e il Trofeo Supercup, per auto moderne

1MAGIONE – Un gran finale di stagione agonistica è quello che si prospetta per i prossimi 24 e 25 Novembre all’Autodromo dell’Umbria. A tornare in pista per la sua diciottesima edizione sarà infatti la 2 Ore Autostoriche – Trofeo Anchise Bartoli, valida per il Campionato Italiano Autostoriche.

Si tratta di un appuntamento divenuto negli anni una classica tappa di fine anno per i piloti delle auto storiche, vere e proprie vetture con “pedigree” da competizione e qualche lustro alle spalle, ma sempre estremamente performanti e affascinanti.
La gara è anche intitolata ad Anchise Bartoli, padre dei fratelli Alvaro e Alessandro Bartoli che sono organizzatori, assieme all’AMUB, del Trofeo Italia Storico andato in scena quest’anno a Magione.

L’edizione della Due Ore di quest’anno, oltre ad avere come sempre al via un parco partenti di alta qualità, annovera un personaggio davvero illustre: si tratta di Emanuele Pirro, ex pilota ufficiale Audi Motorsport, vincitore di ben cinque edizioni della classica endurance 24 Ore di Le Mans, e di moltissime altre corsa di durata nonché ex pilota e collaudatore di Formula 1.

“Oramai la mia carriera sportiva è ufficialmente terminata, ma spesso torno a divertirmi con le auto storiche, perché la passione non finisce mai – ha affermato il campionissimo – Magione è una pista tecnica, ma soprattutto fruibile per il pubblico perché si può vedere gran parte del tracciato. Direi che è una pista formato famiglia”.
Pirro sarà in gara al volante di un’Alfa Romeo GTV della Scuderia Vesuvio che condividerà con il figlio Goffredo e con “Blumax”.

La caratteristica regolamentare della Due Ore di Magione, infatti, prevede che si possano alternare al volante di una stessa auto fino a tre concorrenti, che si daranno il cambio in un apposito momento designato dalla Direzione Gara. Vince l’equipaggio che conclude le due ore di gara nel minor tempo possibile.

La speciale corsa endurance vedrà i concorrenti gareggiare in due diversi momenti, in base alla cilindrata delle auto: fino 1.6 e oltre 1.6 cc. Fra queste ultime, oltre alla A.R. GTA di Pirro, Porsche RSR, 911, Carrera e 935 turbo, ma anche BMW 2002 Ti, Maserati Biturbo e Ford Sierra Cosworth. Fra le “piccole”, Ginetta, Fiat Abarth, A.R. Giulia Sprint e Mini Cooper.

Il ricco fine settimana agonistico che chiuderà la stagione delle gare al Borzacchini (ma non quella delle giornate di prove libere, che restano per tutto il mese di Dicembre: https://www.autodromomagione.com/shop/) vedrà in pista anche una corsa dedicata alle vetture biposto da corsa, vetture sport prototipo sempre di tipologia “autostoriche”.
A completare il week end anche una gara extra campionato del Trofeo Super Cup, aperto a vetture turismo moderne.

Il programma del fine settimana vedrà sabato le prove ufficiali a partire dalle ore 10.15 per la Due Ore Autostoriche, mentre alle 11.25 sarà la volta della Super Cup e alle 12 delle Biposto Corsa. Alle 14.00 ancora i protagonisti della Due Ore, che lasceranno il posto alle ore 15.20 alla prima gara del Trofeo Super Cup (25 minuti).

Domenica 25 Novembre si aprirà con la prima Due Ore Autostoriche per auto fino 1.6 con partenza alle 9.30. Alle 11.45 si correranno i 12 giri della gara Biposto Corsa, mentre alle 13 sarà la volta della seconda gara del Trofeo Super Cup. Alle 13.45, infine, scatterà la seconda Due Ore Autostoriche, riservata alle auto oltre 1.6.

Costo di accesso per domenica come di consueto 5 euro un biglietto, 8 euro due. Sabato ingresso libero.
News e aggiornamenti sono forniti costantemente sul sito www.autodromomagione.com e sulla pagina Facebook Magione-Autodromo dell’Umbria (125)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini