1PERUGIA – L’Associazione Culturale Tarantarci, che opera a Perugia dal 2006 con l’intento di promuovere e diffondere la cultura popolare italiana in ambito regionale, nazionale ed internazionale, annuncia con enorme entusiasmo il progetto di due giornate condivise con i Cantori di Carpino, i maggiori e più conosciuti esponenti della tradizione popolare del Gargano.

A Carpino, infatti, racconti di uomini e di vita si sono snodati nel tempo, intrecciandosi in un ricchissimo patrimonio di narrazioni musicali e di balli. E’ così che i cantori di oggi, come in una staffetta appassionata, custodiscono e diffondono i suoni, i canti e le storie di chi li ha preceduti, permettendo a chi li ascolta, di sentire ancora vicini quegli straordinari pezzi di storia, patrimonio di tutti noi.

IL PROGRAMMA DELL’EVENTO:
-Sabato 1 dicembre “Stage di Cultura e Tradizione popolare”. La giornata sarà divisa in due momenti: dalle 15:30 alle 19:00, nelle sale del Circolo Arci di Sant’Erminio, si terrà la parte di formazione musicale e coreutica (chitarra battente, tamburello, ballo della tarantella di Carpino). A seguire ci sarà il momento conviviale, con cena presso Villa Taticchi (strada della Fratticiola 2,Ponte Pattoli,Perugia).

-Domenica 2 dicembre alle ore 11:00, presso la Sala dei Notari in Piazza IV Novembre a Perugia, Renato Marengo presenterà il suo nuovo libro proprio sui Cantori di Carpino, edito da “Squilibri Editore”.

A moderare l’incontro, che vedrà come ospitali stessi Cantori, ci sarà il prof. Giovanni Pizza – Direttore della Scuola di Specializzazione in Beni Demoetnoantropologici dell’Università degli Studi di Perugia.

L’Evento è patrocinato da: Comune di Perugia, Scuola di specializzazione in Beni Demoetnoantropologici dell’Università degli Studi di Perugia, Arci-Comitato territoriale di Perugia. (136)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini