TERZA EDIZIONE ALBERI ARTISTICIBASTIA UMBRA – “A nome di tutto il Consiglio direttivo dell’Ente Palio, ringrazio il Comune di Bastia Umbra per il Patrocinio ed Elisa Leclè per l’ideazione di questo splendido concorso. Un ringraziamento particolare anche alla giuria che ha presenziato quest’iniziativa.

2Tuttavia, però, l’applauso più grande è rivolto a tutti quei rionali che si sono adoperati per realizzare queste meravigliose opere. Nonostante le temperature quasi proibitive di questi giorni, gli artisti dei quattro rioni hanno lavorato dopo cena, all’aperto, in condizioni assolutamente difficili, manifestando tutta la loro passione nei confronti del Palio.

3Il risultato è stato stupefacente ed è stato impreziosito anche da tutti quei rionali che hanno collaborato nella giornata odierna per la riuscita dell’evento. Questa è l’ennesima dimostrazione che, oltre a rendere viva la città di Bastia Umbra per tutto l’anno, l’Ente Palio lavora per un bene sociale e collettivo. Continuerà a farlo nel tempo, per aggregare, tramandare e condividere tutti quei principi e quei valori che educano le menti ad un bene comune.”

Con queste parole il Presidente dell’Ente Palio Federica Moretti, ha anticipato la premiazione della terza edizione del concorso Alberi Artistici di Bastia Umbra.

La manifestazione, patrocinata dal Comune di Bastia Umbra ed inserita nel programma natalizio Bastia Wonderland, promossa dall’Ente Palio de San Michele ed offerta dall’ Associazione Vivi Bastia, Bastia City Mall, è stata impreziosita dall’esibizione musicale de La cantina del zi Socrate (street band composta da 11 elementi) che ha intrattenuto il numeroso pubblico presente con atmosfere e musiche natalizie, genialmente rivisitate.

Il concorso, andato in scena in piazza Mazzini domenica 9 dicembre, è stato sottoposto alla supervisione di una Giuria qualificata composta da Paolo Emilio Landi, Gianfranco Anzini, Annalisa Buccellato e Azzurra Di Meco, figure del cinema e del teatro nazionale note al pubblico bastiolo per essere stati coinvolti anche nella giuria tecnica delle sfilate del Palio.

Dopo la visione dei 4 alberi, la Chiesa di Sant’Angelo è stata luogo d’incontro dove la giuria si è riunita per decretare il vincitore e, alla fine, l’ambito premio è stato vinto dal Rione Portella (già vincitore nella prima edizione).

Di seguito le motivazioni di questa scelta:

“Difficilissima scelta perché tutti i lavori mostrano una visione personale, gioiosa e comunitaria della festività natalizia. Questa macchina che ruota verso l’alto, ci trasferisce in una dimensione fantastica, oltre il tempo quotidiano, nel tempo festivo, sospeso ed etereo. Gli gnomi rappresentano per ognuno di noi un soggetto in cui identificarci e il colpo da maestro è stata la connessione con il coro dei bambini: un colpo basso e magistrale.”

 CLASSIFICA FINALE:

1° Rione Portella

2° Rione Sant’Angelo

3° Rione San Rocco

4° Rione Moncioveta

 

Gli alberi dei 4 rioni posizionati lungo le vie della città:

Rione S.Angelo: davanti alla Rocca Baglionesca.

Rione Moncioveta: in Piazzetta Cavour;

Rione S. Rocco: davanti alla Chiesa di San Rocco

Rione Portella: in Via Firenze, di fronte all’arco della Portella (267)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini