Grazie al progetto “WeLfare comunitario sul TeRritorio ed Eccellenza Educativa”, che è stato presentato in “rete” e finanziato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia

gualdo-tadinoGUALDO TADINO – Un bel regalo di Natale è arrivato in anticipo per la città di Gualdo Tadino. La Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia ha stanziato infatti ben 200.890 € per il finanziamento del progetto “WeLfare comunitario sul TeRritorio ed Eccellenza Educativa”.

Nuove risorse, dunque, arriveranno in città e interesseranno il settore del sociale. La notizia ufficiale è stata data direttamente dal Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, Giampiero Bianconi, presso la sede di Palazzo Grazioli, nella giornata di lunedì 10 dicembre, dove la Fondazione ha presentato i 7 progetti vincitori del bando Welafre 2018, scelti tra i 25 presentati.

I 7 progetti, tra i quali figura quello gualdese, sono stati scelti in base a determinate linee guida che hanno riguardato il miglioramento delle condizioni di vita di persone svantaggiate, l’opportunità di migliorare integrazione delle persone sfavorite e allo stesso tempo di creare occasioni lavorative realmente produttive per il territorio (i 7 progetti si divideranno un ammontare complessivo di 2 milioni di euro). Il tutto mostrando grande capacità di fare rete e producendo idee innovative.

Il progetto “WeLfare comunitario sul TeRritorio ed Eccellenza Educativa” è risultato vincitore per il fine di rigenerare gli spazi sotto utilizzati per renderli strumenti utili alla collettività ed è stato promosso in “rete”.

“WELfare comunitario suL TeRritorio ed Eccellenza Educativa” (“WELL-TREE”, in italiano “ALBERO DEL BENE”) nasce dalla constatazione che il territorio della fascia appenninica umbra sta vivendo da alcuni anni il periodo di crisi economica, sociale e demografica più negativo della sua storia ed i giovani sono i primi a fare le spese di questa situazione.

La cooperativa Asad capofila in collaborazione con l’Amministrazione Comunale ed una ampia rete di associazioni e istituzioni che operano attivamente nel territorio gualdese si propone di sperimentare un progetto innovativo di impatto a vantaggio degli adolescenti e giovani con particolare attenzione alle situazioni di fragilità sociale. Partner principali del progetto sono il Comune di Gualdo Tadino, l’Istituto di istruzione Secondaria “Casimiri”, l’Associazione Educare alla vita buona a cui si aggiungono un numero consistente di associazioni e gruppi di volontari sia formali che informali.

L’obiettivo è creare nuove forme di intervento che possano favorire la partecipazione comunitaria alla definizione dei bisogni e alla costruzione condivisa delle risposte producendo servizi innovativi per i giovani e il territorio.

Caratteristica principale del progetto è la rigenerazione di spazi sotto-utilizzati per renderli strumenti di utilità collettiva, di produzione di risorse, formazione e lavoro, relazione e inclusione sociale.

In questa prospettiva, è stato individuato un programma strutturato in sette azioni definite, da realizzarsi nell’arco dei 24 mesi del Progetto. Le principali saranno l’allestimento di un laboratorio/sala di registrazione per attività musicali e teatrali presso l’Oratorio e Cinema-Teatro Don Bosco di Gualdo Tadino e la realizzazione di un coworking che punta a diventare un incubatore di idee e di iniziative d’impresa (Hub) recuperando i locali dell’ex carcere della città gualdese.

Le attività che saranno realizzate all’interno di questi spazi saranno finalizzate a stimolare l’ideazione e costruzione di iniziative culturali, ricreative, sportive, progettuali e di impresa tra i giovani. Un tratto distintivo, mirato anche ad assicurarne la sostenibilità oltre il biennio progettuale, è quello di procedere alla costituzione di un tavolo di coordinamento (Laboratotio di Comunità) che avrà il compito di accompagnare la realizzazione del progetto e dare vita ad un Polo Territoriale di Eccellenza educativa (p-TREE), cioè una organizzazione strutturata che assicuri in modo permanente l’ ascolto, raccordo e azione concertata e rimanga a vantaggio delle esigenze del territorio della fascia appenninica su un orizzonte temporale di almeno un decennio

“Esprimo grande soddisfazione – ha sottolineato il Sindaco di Gualdo Tadino, Massimiliano Presciutti – per il finanziamento dell’importante progetto di grande valenza sociale “WeLfare comunitario sul TeRritorio ed Eccellenza Educativa” da parte della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia. La Fondazione ha scelto questo progetto presentato in “rete” tra i ben 25 presentati e questo per noi è motivo di grande orgoglio, perché significa che a Gualdo Tadino è possibile lavorare bene ed in sinergia con il fine di apportare del valore concreto alla comunità per il presente ed il futuro, in questo caso nell’ambito del sociale.

Ringrazio dunque la Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia che ha finanziato questo importante progetto per la città di Gualdo Tadino e tutti coloro che hanno collaborato al progetto coordinati in maniera perfetta dall’Assessore Emanuela Venturi, ossia la cooperativa Asad, capofila dell’iniziativa, e tutti gli altri partner oltre al Comune di Gualdo Tadino, ossia l’Istituto di istruzione Secondaria “Casimiri”, l’Associazione Educare alla Vita Buona a cui si aggiungono un numero consistente di associazioni e gruppi di volontari gualdesi che grazie a questo progetto potranno unire le forze e mettere a disposizione la proprie specificità per il bene della comunità”. (251)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini