La lectio magistralis è in programma lunedì 17 dicembre alle ore 17,30 presso la sala Brugnoli di Palazzo Cesaroni

1PERUGIA – “L’arte in sei emozioni”: è questo il titolo dell’ultimo libro di Costantino D’Orazio, storico dell’arte e curatore residente presso il Museo di Arte Contemporanea (Macro) di Roma. Costantino lo presenterà durante una lectio magistralis in programma lunedì 17 dicembre alle ore 17,30 presso la sala Brugnoli di Palazzo Cesaroni a Perugia.

Interverranno Donatella Porzi, presidente dell’Assemblea Legislativa della Regione Umbria, ed Annamaria Romano, curatrice dell’evento, patrocinato dall’Assemblea Legislativa, dal Comune di Perugia, dalla BCC Umbria Credito Cooperativo e dalla Photo Veg Video.

Costantino D’Orazio è nato a Roma il primo giugno del 1974. Dai primi anni duemila è curatore di installazioni in aree pubbliche e di esposizioni artistiche. Nel 1998 ha fondato con Ludovico Pratesi l’Associazione culturale Futuro, mentre dal 2015 è curatore residente presso il Macro di Roma. Nel 2018 ha ricevuto il Premio Fregene Pianeta Azzurro per la divulgazione culturale.

Oltre alla partecipazione al programma televisivo “Geo & Geo” (Rai 3), è presente dal 2010 in alcune trasmissioni di Radio 3 (“Radio Tre Suite” e “Wikiradio”). Nel 2014 è stato ospite fisso al programma radiofonico #staiserena di Serena Dandini (Radio 2). Dal 2017 cura la rubrica “Italia Bel Paese” all’interno del programma “Unomattina” su Raiuno ed è ospite fisso di “Unomattina in famiglia”, dove dal 2018 cura la rubrica “Il bello nel misteri”. Dal 2014 cura e conduce la rubrica “AR – Frammenti d’Arte” su Rainews24. Dall’estate 2015 conduce il programma radiofonico “Bella Davvero” su Radio2.

D’Orazio è autore di ben 17 libri, di cui alcuni tradotti anche in inglese. “L’arte in sei emozioni” è edito da Laterza. Il volume parla di emozioni ( desiderio, delirio, tormento, stupore, dubbio, allegria) antiche quanto l’umanità, che nei secoli gli artisti hanno raccontato in modi sempre diversi. Si tratta di un viaggio affascinante tra capolavori dell’arte universale e dentro noi stessi.

La storia dell’arte può essere raccontata da tanti punti di vista: attraverso le tecniche, i movimenti, le committenze, i linguaggi o gli stili. Questo libro sceglie un’altra strada. Invita il lettore a compiere un viaggio nel tempo, dall’antichità ad oggi, per scoprire come gli artisti hanno rappresentato le emozioni, quelle che si annidano nei nostri stati d’animo più ineffabili e affascinanti. Lo storico dell’arte Costantino D’Orazio ci guida tra capolavori famosi e opere meno note per accompagnarci alla scoperta del desiderio, del delirio, del tormento, dello stupore, del dubbio e dell’allegria.

Sentimenti che l’umanità ha avvertito e considerato in maniera sempre diversa nel corso dei secoli. Dai reperti dell’antica Grecia ai capolavori del Rinascimento, dalle invenzioni del Barocco alle rivoluzioni del Romanticismo, fino alle provocazioni del Novecento, l’arte ha attinto alle emozioni delle donne e degli uomini creando simboli e personaggi per raccontarle.

Eros per il desiderio, Prometeo per il tormento, Medusa per il delirio, Maddalena per lo stupore, Polimnia per il dubbio e i putti per l’allegria, sono solo alcune delle figure che svelano il tumulto di emozioni contenuto in queste pagine. (279)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini