La mobilitazione inizierà il 21, 22 e 23 dicembre con volantinaggi per informare e sensibilizzare gli operatori del settore e i cittadini

1PERUGIA – “La situazione che si è determinata in Umbria in materia di rifiuti, per responsabilità di tutti i soggetti coinvolti e interessati (Regione, Auri, aziende, etc.), era stata purtroppo da noi prevista e denunciata già nell’iniziativa pubblica del 16 dicembre 2016, nella quale avevamo lanciato la nostra piattaforma (in allegato)”.

Lo scrive in una nota la Fp Cgil dell’Umbria.
“Abbiamo provato a condividere il nostro progetto riattualizzato (in allegato) con le altre organizzazioni sindacali del settore – continua la Fp – ma dopo avere atteso con pazienza la disponibilità ad un confronto, abbiamo purtroppo verificato e constatato l’impossibilità di una sintesi comune, seppure parti del nostro documento siano state nei giorni scorsi riprese e pubblicate da altri”.

“Alla luce di questa situazione – scrive ancora il sindacato – il coordinamento regionale della Fp Cgil, settore igiene ambientale, alla presenza del coordinatore nazionale Fp Cgil Massimo Cenciotti, ha condiviso all’unanimità la proposta, avanzata dal coordinatore regionale Fabrizio Cecchini e dal segretario generale della Fp Cgil Umbria, Fabrizio Fratini, di iniziare un lungo e articolato programma di mobilitazione a sostegno della piattaforma elaborata.

Mobilitazione che inizierà il 21, 22 e 23 dicembre con volantinaggi per informare e sensibilizzare gli operatori del settore e i cittadini nei posti di lavoro, di fronte alla sede del consiglio regionale e della giunta, alla sede dell’Auri e dei principali Comuni”, conclude la Fp. (247)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini