Il 18 dicembre, ore 20.30, in scena la Commedia Musicale in vernacolo

1BASTIA UMBRA – Definita dagli autori una Commedia Storico – Musicale Brillante, torna in scena al teatro Esperia di Bastia “Oh Bastia!”, il 18 Dicembre alle ore 20.30. Dopo il successo registrato al debutto di fine maggio, è a grande richiesta che la compagnia di Teatro Bastia 1 torna sul palcoscenico. Da un’idea di Angelo Ignazio Ascioti – sue anche le musiche – il testo è stato in seguito sviluppato e rielaborato – con anche l’adattamento in vernacolo – da parte di Daniela Brunelli.

L’armonizzazione strumentale è stata curata dal M° Daniele Pollini, il coordinamento musicale da Natascia Mancini e una rielaborazione di musica rap da Niks. Le scenografie sono di Cristina Rossi. Sul palcoscenico vedremo attori e cantanti noti a Bastia, in quanto la compagnia è costituita da studenti, insegnanti e personale Ata, genitori dell’Istituto Comprensivo Bastia 1, che al debutto hanno mostrato talento e professionalità: si tratta di uno spettacolo spesso esilarante, grazie alla verve comica dei protagonisti e al testo sapientemente redatto in dialetto con l’utilizzo di termini anche desueti ma che risvegliano nello spettatore ricordi legati al tempo passato, contribuendo nel contempo a valorizzare la memoria storica del nostro territorio.

Lo spettacolo inoltre, ha una valenza storico – culturale, in quanto il copione è intessuto su vicende e personaggi realmente vissuti a Bastia ed attestati in documenti e pubblicazioni degli storici locali. Per tali motivi, lo spettacolo è organizzato dal Comune di Bastia Umbra – Assessorato alla Cultura e Politiche scolastiche; si avvale della collaborazione dell’ Ass. Pro Loco di Bastia Umbra e del Comitato Genitori dell’ Ist. Comprensivo Bastia 1. L’incasso della serata sarà devoluto a favore dell’Ist. Comprensivo Bastia 1 per attività di Didattica e Ampliamento dell’Offerta formativa.

Per info e prenotazioni biglietti:

Teatro Esperia tel. 075/4652457 – Segreteria Istituto Comprensivo Bastia 1 tel. 075/8000571 (250)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini