Cinque gare di buon livello tecnico per l’evento andato in scena all’Horses Sporting Club Le Lame di Montefalco

1MONTEFALCO – La winter edition di Umbria Endurance Lifestyle 2018 non ha tradito le attese della vigilia, portando alla ribalta non soltanto la bellezza e il fascino di un territorio unico come quello compreso fra i comuni di Montefalco, Bevagna, Trevi e Foligno, ma anche la forza di un movimento in costante crescita sia tecnica che in fatto di tesserati.

2Le cinque gare ospitate nelle strutture dell’Horses Sporting Club Le Lame di Montefalco hanno visto salire sul gradino più alto del podio amazzoni e cavalieri esperti, che in occasione di Umbria Endurance Lifestyle 2018 hanno presentato al via cavalli di prospettiva sui quali c’è sì da lavorare, ma che hanno dimostrato di avere tutte le carte in regola per emergere.

3Legittima, quindi, la soddisfazione degli organizzatori, a cominciare da Gianluca Laliscia, ceo e chairman di sistemaeventi.it, e Giovanni Zampolini, che ha messo sul piatto le grandi potenzialità del proprio centro ippico per ciò che riguarda l’organizzazione di grandi eventi.

4Entrando nel dettaglio delle gare, la categoria CEI1* è stata vinta dal cileno Boni Benjamin Viada de Vivero, che in sella a Tempio ha chiuso alla media di 18,129 km/h; alle sue spalle Fausto Fiorucci su Noble Durra Al Qatar a 11’09” e Wladimiro Marani su Pestifero a 34’46”. Gradino più alto del podio per la scuderia della presidentessa Simona Zucchetta anche nella CEIYJ1*, riservata agli young riders, in cui è stata la pluricampionessa Costanza Laliscia con Taris di Gallura a dettare legge: hanno vinto alla media di 19,006 km/h, chiudendo con 8’57” di vantaggio su Valentina Galli con Turandot e 44’39” su Giulia Mencobello con Schizzo.

Il resto del programma è stato caratterizzato, nella categoria CEN B, dalla vittoria di Alessandro Generali su A big Aldayr alla media di 16,592 km/h, mentre al secondo posto si è classificata Elena Daveri su Sultana, arrivata sul traguardo con un ritardo di 13’23”; terza piazza per Andrea Toti su Zubi a 18’54”.

Giulia Belotti su Euferia con 13,84286 punti hanno dettato legge nella categoria CEN A, primeggiando davanti a Marco Cappetti su Urlo (13,08919) e Carolina Tavassoli Asli su Djozoula du Barthas (11,79512). Nella categoria Debuttanti, invece, il successo è andato a Vittoria Ciuchi su Ungulina con 53 punti, che ha preceduto Francesca Manca su Black Shaitan con 22,2.

  (295)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini