a1PERUGIA – Nel corso dei mirati servizi antidroga predisposti dalla Questura, i poliziotti della Squadra Mobile, in zona periferica del Capoluogo, individuavano un’autovettura sospetta, condotta da un cittadino albanese del 1991, regolare sul territorio nazionale e privo di precedenti di polizia.

I poliziotti decidevano allora di osservare con discrezione i movimenti del giovane, per poi intervenire al momento opportuno e sottoporre lo straniero a controllo. I sospetti degli Operatori si rivelavano fondati.

Dal controllo della vettura emergeva la presenza di nove involucri di cocaina, per un peso complessivo superiore ai 4 grammi, oltre ad una somma di oltre 450 euro in contanti, che venivano sottoposti a sequestro.

Il cittadino albanese, entrato di recente sul territorio nazionale con regolare passaporto ed in regola con la normativa che prevede l’esenzione dal visto per i soggiorni di breve durata, veniva tratto in arresto e messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

 Al termine dell’udienza nella quale il Giudice disponeva la convalida dell’arresto, il cittadino albanese veniva processato con rito direttissimo e condannato, con sospensione condizionale, alla pena di un anno e sei mesi, e messo a disposizione dell’Ufficio Immigrazione per l’avvio delle procedure di espulsione dal territorio nazionale.                                                                                 (243)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini