L’evento è organizatto dalla Parrocchia di San Michele Arcangelo con l’ideazione e la consulenza scientifica di Franco Cardini, Davide Baldi, Franco Franceschi e Ughetta Sorelli

1BEVAGNA – Ormai fucina di eventi ad alto livello culturale e di forte impatto turistico riconosciuti a livello internazionale, il Borgo Medievale di Bevagna realizza la prima edizione del suggestivo “Presepe Vivente Medievale” che fa di uno dei Borghi più belli d’Italia il vero cuore pulsante della Natività in Umbria.

L’evento è organizatto dalla Parrocchia di San Michele Arcangelo, nella persona del parroco, don Claudio Vergini, con l’Associazione Mercato delle Gaite ed il Comune di Bevagna, L’ideazione e la consulenza scientifica sono di Franco Cardini, Davide Baldi, Franco Franceschi e Ughetta Sorelli.

Come spiega il direttore artistico dell’evento Davide Gasparrini, Il 29 e 30 dicembre saranno i Re magi i veri protagonisti del ‘percorso animato’ che accenderà il cuore di Bevagna, dilatato a simboleggiare tutto il mondo conosciuto, dal Monte Persiano a Betlemme, con al centro Gerusalemme.

Ma come allestivano un presepe vivente i bevanati degli anni trenta del Trecento? Ispirati dai testi di antichi ludi, sermoni e sacre rappresentazioni umbre, centinaia di figuranti, grandi e piccini, animeranno Piazza Silvestri – dominata dalla Stella e dal Monte Persiano – con il mercato e le botteghe artigiane delle quattro Gaite, i suoni e i colori di musici e giullari.

Fra canti e letture sacre, nella chiesa di S. Silvestro (Gerusalemme) i Magi incontreranno Erode nella sua reggia e a S. Michele (Betlemme) parleranno i Profeti e la Sibilla, l’Angelo dell’Annunciazione, Maria e Giuseppe; dopo la sosta a una taverna medievale, i visitatori entreranno nei giardini parrocchiali, dove l’Angelo visiterà i Pastori e i Magi renderanno omaggio al Bambino nella Grotta.

Stella Nova ‘n fra la Gente vi aspetta il 29 e 30 dicembre, dalle 16.30 alle 19.30, ingresso da piazza Gramsci. Una esperienza imperdibile.

 

 

 

  (264)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini