L’azienda umbra di Trevi (PG), punto di riferimento italiano nella produzione di farine professionali, per presentare le proprie novità del 2019 punta con decisione alla prima grande vetrina internazionale del food che si terrà presso la Fiera di Rimini dal 19 al 23 gennaio

1TREVI – Se le ultime due edizioni di Sigep, per Molino sul Clitunno, sono state palcoscenico di grandi novità, sia sul piano del prodotto che dell’innovazione di processo in termini di ricerca, formazione e digitalizzazione, quella del 2019 si preannuncia come l’edizione più importante per raccogliere i frutti di anni di investimenti e lanciare nuovi semi per il futuro.

Primo elemento di novità alla quarantesima edizione del Salone Internazionale dedicato agli operatori professionali di gelateria, pasticceria, panificazione artigianale e caffè alla Fiera di Rimini è la nuova posizione dell’area Molino sul Clitunno all’interno del padiglione D5 – lo stand sarà più centrale rispetto alle precedenti edizioni (Hall D5 – stand 113) – insieme a una logica espositiva più funzionale, confortevole e “customer oriented”.

In questa nuova cornice, sarà presentata in anteprima, l’ultima esclusiva novità di prodotto firmata Molino sul Clitunno: la nuova linea di farine “Oro Puro”.

Quattro referenze, prodotte esclusivamente con una selezione di grani emiliani certificati, che non mancheranno di stupire gli addetti ai lavori della pasticceria, del pane e della pizza. Farine d’alta gamma che guardano alle nuove tendenze di consumo, alla genuinità dei prodotti ed al benessere dei consumatori, grazie a un’attenta selezione delle materie prime e a una sapiente lavorazione dei grani che permette di ottenere prodotti con caratteristiche organolettiche superiori. Un risultato questo che si inserisce nell’ottica di perseguire la strada di una filiera 100% Made in Italy.

Due farine di tipo “0”: una con forza maggiore (W 360), è più adatta per prodotti lievitati di pasticceria ed in particolare per la produzione di croissant, l’altra (W 250) dedicata ai prodotti di panificazione e pizzeria per lievitazioni di media durata. Una farina “integrale” per la realizzazione di prodotti ad elevata digeribilità e una tipo “1” per chiudere il cerchio con un perfetto compromesso tra la salubrità delle farine integrali e la stabilità tipica delle farine “0”.

Non mancheranno i prodotti di punta dell’azienda: le farine integrali e macinate a pietra o con apporto di cereali, come ad esempio il Mix pizza ai cereali, altamente digeribile, ideale per pizze con impasto leggero e fragrante, particolarmente gustoso e ricco di fibre. Le Farine macinate a pietra (integrale e di tipo 1) dalle quali si ottengono pani altamente proteici, con meno calorie, più fi­bre e vitamine (B1, B3 e B5), più ricche di ferro, calcio e sali minerali.

L’ormai nota farina “Pandelclitunno”, speciale mix per panificazione da cui si ottiene un pane croccante fuori e morbido dentro, con apporto di fibre, grano saraceno e farro, così come non mancherà la “Ottocento”, un altro mix per panificazione ricco di fibre, vitamine e proteine, per un’alimentazione equilibrata e gustosa con farina di tipo 1 macinata a pietra e farina di segale integrale.

La vetrina di Sigep 2019 sarà anche l’occasione per presentare il nuovo website Molino sul Clitunno che, oltre alla rinnovata veste grafica, offre una maggior profondità di ricerca all’interno della gamma prodotti e una “user experience” ottimizzata anche per gli utenti meno esperti.

Realizzato con tecnologie responsive ed integrato con i social network (Facebook e Instagram), la nuova piattaforma web consentirà a tutti gli utenti di rimanere costantemente aggiornati su ciò che avverrà in fiera, di consultare il programma “day by day” degli eventi e delle degustazioni in stand tenute dai maestri dell’Accademia Aziendale “Antico Fienile” durante i 5 giorni di Sigep, di accedere alle news, di iscriversi ai corsi di formazione e di richiedere informazioni commerciali sui prodotti e i servizi aziendali, comodamente anche dal proprio smartphone. (255)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini