Racconta l'intera vita di Gesù. Allestito permanentemente nei locali adiacenti la chiesa di San Pio da Pietralcina. Visitabile dal 25 dicembre al 6 gennaio. Si può lasciare un’offerta in beneficenza

1CASTEL DEL PIANO  -Non un classico presepe natalizio ma una grande rappresentazione scenica di tutta la vita di Gesù, dall’annunciazione all’ascensione in cielo, attraverso un appassionante viaggio tra suggestive scene animate, luci, musiche e voci narranti. Proprio per queste sue caratteristiche, il ‘Presepe e non solo’ di Castel del Piano di Perugia si può considerare come una vera e propria rarità che ogni anno si impreziosisce di alcune novità.

2Inaugurato l’anno scorso nei locali adiacenti la chiesa di San Pio da Pietralcina, e visitabile su appuntamento durante tutto l’anno, in questo periodo si può ammirare dal 25 dicembre al 6 gennaio con orario 15.30-18 nei giorni feriali e 9.30-11 e 15-19 nei giorni festivi.

L’intera opera si compone attualmente di cinque particolareggiati diorami in 3d, profondi 60 centimetri, che mettono in scena alcuni episodi della vita terrena di Gesù, e di un grande diorama realizzato su uno spazio di circa 80 metri quadrati nel quale un commento vocale, accompagnato da effetti speciali, racconta in undici minuti l’intera vita di Cristo.

Questa rappresentazione, completata quest’anno, è frutto del lavoro quinquennale di un gruppo di amici perugini che da anni coltiva la passione per il presepe. “Dal 1996 ci dedichiamo alla realizzazione di presepi – ha raccontato il maestro presepista Mauro Barbetti –. Tutto è iniziato dalla volontà mia e di Massimo di costruire un presepe nella vecchia chiesa di Castel del Piano. Don Francesco ci ha poi dato la possibilità di trasferirci nella nuova chiesa e di gestire un intero locale dove poter mostrare permanentemente le nostre opere.

Adesso siamo una decina di amici impegnati a trasmettere questa passione e queste tecniche ai più piccoli. In più è un modo per fare beneficenza”. I visitatori del ‘Presepe e non solo’ possono infatti lasciare un’offerta che sarà interamente devoluta al centro diurno per disabili di Castel del Piano denominato ‘Casa della misericordia – La pietra scartata dai costruttori è diventata testata d’angolo’. E tra i visitatori di questi giorni, anche il sindaco Andrea Romizi e consorte che hanno pure voluto lasciare una dedica.

Nei locali degli Amici di Presepe e non solo, sono poi in mostra, fino al 6 gennaio, i presepi del concorso ‘Porta il presepe a San Pio’ organizzato in collaborazione con l’unità parrocchiale. “È un modo – ha spiegato Mauro Barbetti – per coinvolgere tutti i cittadini e cercare di portare avanti questa tradizione.

Un’altra iniziativa è il concorso ‘Fai conoscere il presepe di casa tua’ tramite il quale siamo noi a recarci nelle case di chi ha realizzato un proprio presepe e li lo valutiamo”.
Per informazioni e appuntamenti si può contattare Mauro (339.4490494), Massimo (347.8022361) o Susanna (347.7033009) o visitare il sito web www.presepeenonsolo.it. (252)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini