1CORCIANO – Festeggiamenti in casa della squadra podistica dei L’Unatici Ellera Corciano per la conclusione del secondo anno di vita con la tradizionale cena di fine anno. In vista di un 2019 di rilancio c’è stata una grande festa con tutti i tesserati, con il ringraziamento a tutti i tesserati e collaboratori nel corso della serata conviviale ad Ellera presso la struttura di L’Unanuova è stato fatto da Anna Maria Falchetti, da appena due mesi presidente della società, che ha sottolineato come “l’intento è quello di consolidare l’attività in nei prossimi mesi interpretando al meglio lo spirito della corsa come forma di aggregazione e di socializzazione, in un clima di spensieratezza e di condivisione della passione per lo sport e per lo stare insieme. Il consolidamento del gruppo, anche attraverso l’adesione di nuovi tesserati, rimarrà anche in futuro uno degli obiettivi da perseguire. Il fatto che poi nel corso dell’anno siano stati raggiunti importanti risultati agonistici rappresenta un ulteriore motivo di gioia e di orgoglio per tutti”. La squadra era nata sul finire del 2016 dall’unione tra il gruppo podistico L’Unanuova di Ellera e la Podistica Corciano, dando vita appunto a questa nuova realtà affiliata sia alla Fidal e all’Endas. Lo scorso settembre, con le dimissioni della presidente Tiziana Nandesi si è dato avvio ad un nuovo corso societario con la dirigenza che vede al fianco della presidente anche Laura Maraziti in qualità di vicepresidente, Silvia Moretti come tesoriere ed i consiglieri Roberto Epifani, Antonello Menconi e Luca Aiello. Il gruppo podistico guarda avanti portando avanti la volontà di identificarsi sempre di più con la propria realtà territoriale, non solo attraverso l’attività sportiva, ma anche prestandosi a collaborare anche sotto l’aspetto della socializzazione tra i propri tesserati e con altre realtà, tra cui in particolare l’associazione L’Unanuova di Ellera ed anche l’Avis di Corciano, con le quali c’è l’idea di incentivare ulteriormente la collaborazione. (252)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini