Il bilancio delle due giornate. Il format di “Stella Nova 'n fra la gente” ha convinto tutti, con piazza Silvestri perfetta cornice per la prima edizione della rappresentazione

stella2BEVAGNA – Bevagna si scopre città del presepe. Straordinario successo per “Stella Nova ‘n fra la gente”, ovvero il presepe vivente medievale organizzato nella città delle Gaite e andato in scena negli scorsi giorni. Il 29 ed il 30 dicembre, piazza Silvestri si è trasformata nello scenario ideale per la rappresentazione che ha animato il cuore cittadino dalle 16.30 alle 20.30.

stella5Figure chiave della suggestiva messa in scena sono stati i Re Magi, che hanno condotto il pubblico, guidandolo in un suggestivo e ricco percorso, fino alla Grotta per vedere la nascita di Gesù. Oltre a piazza Silvestri, location d’eccezione sono state Palazzo dei Consoli, le due chiese di San Silvestro e di San Michele ed il giardino parrocchiale.

Un’esperienza che in tantissimi non si sono voluti perdere e che ha visto l’impegno della parrocchia di San Michele Arcangelo nella persona del parroco don Claudio Vergini, l’associazione Mercato delle Gaite ed il Comune.

La meravigliosa rappresentazione scenica è stata ambientata negli anni trenta del Trecento, grazie all’ideazione e alla consulenza scientifica di Franco Cardini, Davide Baldi, Franco Franceschi e Ughetta Sorelli, mentre la direzione artistica e la realizzazione è stata a cura di Davide Gasparrini.

I visitatori hanno potuto rivivere scene di vita trecentesca, nel solco dell’esperienza che i responsabili delle Gaite hanno messo in scena anche per il presepe vivente: gli artigiani, il mercato e la taverna, tutto condito con i profumi, colori e sapori dell’epoca. La prima edizione ha riscosso l’apprezzamento di pubblico e turisti, capaci di vivere in un’esperienza unica che solo Bevagna riesce ad offrire.

“Sono stati due giorni in cui la nostra città ha offerto il volto che le è più familiare – commenta il sindaco Annarita Falsacappa -, quello dell’operosità, della creatività, della complicità, del calore umano e dell’ospitalità”. Coinvolti nella narrazione infatti sono stati centinaia di concittadini: dai bambini agli adulti, che hanno vestito i ruoli più disparati.

“Le Gaite, tutte e quattro unitamente – spiega ancora il primo cittadino bevanate – hanno dato prova del loro grande valore nel promuovere Bevagna, la sua tradizione, la sua cultura, il suo amore per l’arte, per la musica. Il viaggio verso la Natività è stato il filo conduttore che ha legato le immagini, che ha coinvolto un’intera comunità, dal borgo a tutto il territorio, donando ai protagonisti e ai visitatori un’immagine bella del Natale”.

A tutti loro, così come agli altri protagonisti di “Stella Nova ‘n fra la gente”, vanno i complimenti del sindaco e dell’amministrazione comunale. (190)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini