Per la stagione Teatro Ragazzi, il 13 gennaio Lucia Oca e Francesco Scavo

1ASSISI – Dopo il “tutto esaurito” del primo spettacolo della Stagione di Teatro Ragazzi organizzata dall’Associazione Culturale “Gli Instabili” in collaborazione con Birba e Ateatroragazzi e con il sostegno del Comune di Assisi e della Regione dell’Umbria, il 13 e il 14 gennaio al Piccolo Teatro degli Instabili, è in arrivo il secondo imperdibile appuntamento.

In scena “La stanza dei giochi”, uno spettacolo prodotto da Scena Madre/Gli Scarti con due bambini come protagonisti: Lucia Oca e Francesco Scavo.

Grazie alla lunga esperienza di “Birba” nel campo della promozione della lettura per l’infanzia culminata con il Festival “Birba chi legge – Assisi fa storie”, al grande successo dei Laboratori teatrali per bambini del Piccolo Teatro degli Instabili e ai tantissimi progetti ideati e realizzati da Ateatroragazzi, le tre Associazioni assisane hanno unito le forze per dare vita alla prima Stagione di Teatro Ragazzi di Assisi: tre spettacoli di grande qualità per bambini, ragazzi e famiglie di cui due in replica come matinée scolastiche.

“La stanza dei giochi” andrà in scena domenica 13 gennaio alle 17:30 e lunedì 14 gennaio alle ore 10:00 per le Scuole del territorio.

Dalle note di regia:

“Sono i bambini a imitare gli adulti nei loro comportamenti? O sono gli adulti a comportarsi in modo infantile e immaturo? Con lo spettacolo “La stanza dei giochi” tutti ricordiamo i rapporti con i fratelli ed i compagni di scuola e sappiamo bene che, pur essendo loro molto affezionati, non andavamo sempre d’accordo. A volte litigavamo per i giocattoli, a volte ci dicevamo cose cattive e sembrava non ci volessimo più bene. Lo spettacolo è una storia in cui tutti, anche gli adulti, si possono riconoscere un po’. Nel mondo di oggi dove tutto incita all’aggressività e il dialogo è impossibile, crediamo sia importante e necessario affrontare il tema del conflitto senza facili soluzioni, portando il bambino e l’adulto a riflettere sulle conseguenze delle azioni e su quanto l’egoismo incida sulle relazioni.

Motivazione della giuria del Premio Scenario Infanzia 2014:

“Uno spazio scenico affidato alla naturalezza di soli attori bambini, che ribalta la consuetudine del Teatro Ragazzi interpretato da adulti per riscoprire il nesso fondante tra gioco e teatro. I temi eterni della condizione umana rivelati in filigrana, in un tessuto di conflitti, complicità, piccoli egoismi e affermazioni di potere. Una drammaturgia sapiente che restituisce con limpidezza e semplicità di gesti e parole la dimensione profonda e poetica del mondo infantile.”

età consigliata: dai 5 anni

  (122)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini