2MAGIONE – Un dramma della miseria umana, consumata  tra le mura domstiche. La coltellata alla schiena alla 69enne Augusta Brunori, l’avrebbe inferta lei, la figlia di 35 anni, Francesca Garofane. Una giovane con problemi psichici, ricoverata dopo l’interrogatorio davanti al pm Manuela Comodi, nel reparto psichiatrico dell’ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia. Necessario, dunque, il TSO (trattamento sanitario obbligatorio), dopo che ha   dato in escandescenza, urlando frasi senza senso.

Adesso è indagata per omicidio volontario. A scatenare la furia omicida della giovane sarebbe stato l’ennesimo litigio con la madre. Quando  Augusta Brunori, le ha dato le spalle, per andarsene, Francesca avrebbe impugnato un coltello da cucina, piantandoglielo tra le scapole. Infine, vista la madre a terra che rantolava in braccio alla morte, avrebbe telefonato ad un amico, anche lui in cura al Cim, chiedendo aiuto

  (217)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini