Firmato l’accordo tra il Comune ed Enel X. In arrivo le colonnine per la ricarica di veicoli elettric

1MONTONE – Comune di Montone ed Enel insieme per la mobilità elettrica nel segno dell’innovazione e della sostenibilità ambientale. L’amministrazione comunale ed Enel X, la nuova divisione del gruppo elettrico dedicata a prodotti innovativi e soluzioni digitali, hanno infatti firmato il protocollo d’intesa per la realizzazione di una rete di ricarica per veicoli elettrici sul territorio comunale.

L’accordo prevede l’installazione di cinque colonnine per la ricarica dei mezzi elettrici, situate presso Montone capoluogo in prossimità del centro storico, zona produttiva Santa Maria di Sette e Corlo.

Le nuove infrastrutture, di ultima generazione saranno di tipo quick da 44 kW (due prese da 22 kW per ogni colonnina) e consentiranno ai veicoli elettrici di effettuare una ricarica in modo “intelligente” e “interoperabile”.

L’interoperabilità è particolarmente importante perché il possessore del mezzo elettrico può effettuare la ricarica indipendentemente dalla società di vendita con cui ha stipulato il contratto. L’installazione delle infrastrutture di ricarica rientra nel Piano nazionale per la mobilità elettrica di Enel X. Enel X, peraltro, ha lanciato Enel X Recharge, l’innovativo servizio che permette di ricaricare il veicolo utilizzando semplicemente l’App Enel X Recharge o la card associata.

“Montone ed Enel X assieme per la sostenibilità ambientale – ha detto il sindaco Mirco Rinaldi -. A breve l’installazione di colonnine per la ricarica di veicoli elettrici nel nostro territorio comunale. Il progetto è sostenuto da “Bandiere Arancioni” e ENEL X, che si rivolge alla ricerca gestione e realizzazione di infrastrutture per energie alternative. Montone, con le sue caratteristiche, grazie alla presenza di una importante zona produttiva e della grandezza storico-artistica del suo centro storico, dei percorsi verdi, della ricchezza naturalistica, è entrato a pieno titolo in questo grande piano nazionale per la mobilità elettrica.

Vorrei sottolineare l’importanza di questo accordo: siamo tutti a conoscenza dei problemi e rischi derivanti dai cambiamenti climatici e dobbiamo impegnarci quanto più ci è possibile per garantire un futuro sostenibile alle nuove generazioni. Un sentito ringraziamento – ha concluso il primo cittadino – va allora a “Bandiere Arancioni” e Enel X che hanno dimostrato, investendo nella realizzazione delle colonnine, sensibilità ed attenzione al nostro territorio”.

L’installazione delle infrastrutture di ricarica rientra nel Piano nazionale per la mobilità elettrica che vede Enel impegnata nell’installazione di 14 mila colonnine entro il 2022. Il piano Enel, che prevede una copertura capillare in tutte le regioni italiane, è dinamico, flessibile, aperto a tutti coloro (enti pubblici e/o privati) che intendono collaborare per la crescita della mobilità elettrica in Italia, che aiuterà a superare la paura di rimanere a piedi (la cosiddetta range anxiety) e accelererà l’offerta di autovetture elettriche in Italia, stimolando le case automobilistiche a introdurre nuovi modelli sul mercato. Il piano prevede l’installazione di stazioni (410)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini