Giovani ed affettività. Cinque incontri gratuiti per incoraggiare negli adolescenti il rispetto e l’empatia. Paggetti: “Importante essere connessi anche nella realtà”

1CITTA’ DELLA PIEVE – Incoraggiare tra gli adolescenti empatia, rispetto, affetto e amicizia. Ai nastri di partenza a Città della Pieve il laboratorio gratuito di educazione emotivo-affettiva “ConnettiAMOci”. “In tempi di intolleranza – commenta l’assessore comunale Barbara Paggetti – il Comune di Città della Pieve attraverso l’assessorato al Sociale e quello alle politiche culturali scommette sui suoi ragazzi con un progetto laboratorio gratuito di educazione all’affettività”.

Si tratta di una serie di attività artistiche, ludiche ed espressive che si svolgeranno presso la Biblioteca a partire da giovedì 7 febbraio alle ore 16 ogni giovedì per 5 volte.

I laboratori si rivolgono a ragazzi tra gli 11 e i 14 anni e come detto puntano a stimolare sui giovani il senso di empatia, rispetto, collaborazione in un clima di pari opportunità, divertimento e collaborazione.

“Il titolo “ConnettiAMOci” – spiega Paggetti – è stato scelto proprio perché oltre ad essere perennemente connessi virtualmente bisogna esserlo anche realmente, scoprendo il nostro lato umano affettivo. E a città della pieve si riparte da questa speranza”.

I posti saranno limitati ad un massimo di 25 ragazzi. Per informazioni e prenotazioni: 0578 299409. (108)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini