Classe 1982, laterale di 180 cm, tra le giocatrici italiane più complete e grintose

1PERUGIA – “Manca benzina, manca lucidità. Questa squadra lavora in questo modo da oltre due mesi, con partite che hanno un’importanza notevole e non è facile lavorare senza un giocatore: abbiamo un dispendio di energie che è enorme e le ragazze ci mettono tutto quello che hanno per andare avanti”. È stato questo il commento di Fabio Bovari, coach della Bartoccini Gioiellerie Perugia, al termine della gara contro la Delta Informatica Trentino; una gara che le magliette nere hanno vinto ma che ha visto anche pericolosi cali di tensione psicofisica. Aveva chiesto di tornare sul mercato e la società ha accontentato l’allenatore perugino. La novità, alla ripresa degli allenamenti, è infatti l’arrivo di una nuova atleta: si tratta di Melissa Donà, una delle giocatrici più rinomate, complete, grintose ed esperte del mondo pallavolistico italiano. Classe 1982, Melissa è originaria di Treviso. Laterale di 180 centimetri, inizia la sua carriera con l’esordio in serie A2 nella stagione 2004-05 con la maglia di Firenze; nella stagione successiva passa alla Roma Pallavolo dove rimane per tre anni consecutivi. Nella stagione 2012-13 viene ingaggiata dal Giaveno, neopromossa in serie A1, facendo il suo esordio nella massima categoria del campionato italiano; resta in serie A1 anche nella stagione 2013-14 difendendo i colori dell’Imoco Volley di Conegliano. Milita in serie A2 sia nella stagione 2014-15 con Aversa, che in quella 2015-16 con il Volley Soverato, per poi far ritorno in serie A1 per l’annata 2016-17 grazie all’acquisto da parte del Novara, con cui vince lo scudetto. Nella stagione successiva la Donà gioca in A2 a Soverato, mentre in questo primo stralcio di stagione ha militato nella Ferraro Lamezia. (129)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini