Domenica 3 febbraio alle 9.30 con partenza e arrivo a Ponte San Giovanni di Perugia. Attesi oltre 400 atleti per le gare di 20 e 10 km. Anche camminata non competitiva per Airc

1PERUGIA – Era il 1990 quando venne edificato il moderno campanile di Ponte San Giovanni a Perugia, e proprio in onore di quella nuova costruzione, in quegli stessi mesi prese il via anche un’entusiasmante avventura sportiva che, ampliatasi anno dopo anno, è giunta in splendida forma fino a oggi.

Con già 300 iscritti e la probabile presenza di top runner keniani, la Maratonina del Campanile si appresta a tagliare l’importante traguardo dei trent’anni di vita, e lo fa introducendo alcune novità che sono state annunciate venerdì 25 gennaio in una conferenza stampa ospitata dal Gruppo Grifo Agroalimentare, sponsor della manifestazione.

A illustrare i dettagli di questa trentesima edizione, in programma domenica 3 febbraio e organizzata come sempre dalla Podistica Volumnia Sericap, è stato il presidente dell’associazione sportiva Raffaele Bottoloni. A intervenire sono stati anche Carlo Catanossi, presidente del Gruppo Grifo Agroalimentare, Clara Pastorelli, consigliere comunale di Perugia delegato allo sport, ed Elisabetta Puccetti Margaritelli, presidente di Airc (Associazione italiana ricerca sul cancro) Umbria a cui verrà devoluto il ricavato della camminata non competitiva di 6 chilometri che si svolgerà lo stesso giorno della maratonina.

“Abbiamo molto lavorato per questo anniversario – ha esordito Bottoloni – e prevediamo di superare le 400 presenze registrate lo scorso anno. Per questo storico evento, in collaborazione con l’Arcidiocesi di Perugia-Città della Pieve abbiamo pure coniato una medaglia commemorativa che sarà consegnata a tutti i partecipanti”. Questa riporterà su un lato il campanile della chiesa di Ponte San Giovanni e sull’altro una croce stilizzata con foglie.

“L’altra novità – ha aggiunto il presidente della Podistica Volumnia – è una corsa su strada di 10 chilometri che si andrà ad affiancare alla tradizionale gara di 20 chilometri, e che consentirà di partecipare anche ad atleti che non sono preparati alle lunghe distanze”. La partenza di entrambe le gare è prevista per le 9.30 nei pressi del cva di Ponte San Giovanni, in via Cestellini.

Inizialmente il tracciato sarà lo stesso per entrambe le competizioni: i primi chilometri saranno all’interno della città e le strade si divideranno dopo il ponte di legno sul Tevere. La 20 chilometri prenderà la direzione di Torgiano, punto più alto del percorso, e dopo averne attraversato il centro storico farà ritorno a Ponte San Giovanni. La diecimila metri entrerà subito nella zona industriale della frazione perugina per poi ridirigersi in via Cestellini.

Ricco come sempre il montepremi. Nella 20 chilometri saranno premiati i primi 5 uomini e le prime 3 donne assoluti, mentre saranno 9 le categorie maschili e 6 le femminili con premi dai primi 5 ai primi 15 arrivati. Abbinato alla manifestazione il 9° Trofeo Confcommercio che premierà il primo uomo e la prima donna umbri al traguardo.

Nella 10 chilometri premi andranno al primo e alla prima classificati e ai primi 5 delle 4 categorie maschili e 2 femminili. Premi anche alle società con più iscritti e a tutti gli atleti che miglioreranno il tempo dell’anno precedente.

“L’amministrazione comunale di Perugia – ha detto Pastorelli – ha sempre seguito la crescita di questa manifestazione che da evento di quartiere è divenuto punto di riferimento a livello nazionale, ottenendo anche il marchio di qualità Umbria Green Sport assegnato dalla Regione Umbria a quegli eventi che contribuiscono allo sviluppo sostenibile del territorio e delle pratiche sportive in ambiente naturale e urbano”. Da apprezzare anche l’aspetto sociale che caratterizza la Maratonina.

“La camminata – ha ricordato Puccetti Margaritelli – è parte di quelle attività di Airc per la divulgazione di corretti stili di vita. È un’occasione per promuovere un’attività, la corsa, che fa bene alla salute di tutti”. Sulla stessa linea d’onda il presidente della cooperativa umbra.

“Il benessere di tutti – ha sottolineato Catanossi – è un nostro interesse essendo noi produttori e fornitori di latte. Il Gruppo Grifo vuole continuare a essere vicino al territorio e a chi organizza iniziative che fanno bene alla salute dei cittadini, che promuovono corretti stili di vita e prodotti locali”.
Non sarà possibile iscriversi alle competitive la mattina delle gare. Per informazioni: campanile@dreamrunners.it o www.dreamrunners.it.

Nel pomeriggio di sabato 2 febbraio, alle 17, all’interno del Cva di Ponte San Giovanni, lo scrittore Paolo Vernarecci, intervenuto in conferenza, presenterà il suo libro ‘A poventa’ nel quale, per diffondere un messaggio di speranza, narra la sua lotta vittoriosa contro il cancro. (163)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini