1VALLE CASTORIANA – Accelerare la ricostruzione ma soprattutto promuovere lo sviluppo per dare un’occasione ai giovani che vogliono restare sul territorio e rivitalizzarlo. È questa è l’idea forte alla base del convegno ‘Pianificazione e futuro’ promosso dalle Comunanze Agrarie di Ancarano, Campi e Guaita di S. Eutizio e svoltosi recentemente a Campi alla presenza del commissario per la ricostruzione Piero Farabollini, del presidente dell’Assemblea Legislativa Donatella Porzi, dei direttori della Regione Umbria Alfiero Moretti e Luigi Rossetti, di Marica Mercalli, direttore soprintendenza archeologica belle arti e paesaggio dell’Umbria, di Giulio De Rita, fondazione Merloni Censis, di docenti universitari, di tecnici ed esperti del settore, dei sindaci dei territori colpiti dal sisma 2016.

davCon questa iniziativa le tre comunanze agrarie della Valle Castoriana hanno voluto, dopo il terremoto del 2016, cominciare a pianificare il futuro, scongiurare lo spopolamento e la rarefazione delle attività economiche sollecitando una ricostruzione veloce e di qualità. Non solo lotta alle lungaggini burocratiche e ai ritardi dunque, ma anche indicazioni concrete sulla direzione da prendere per creare occasioni di crescita e di lavoro partendo dalle valenze del territorio: turismo, agricoltura, foreste, cultura.

3L’iniziativa rientra nell’ambito degli ‘Incontri in Valle Castoriana’ ed è il secondo appuntamento promosso dalle tre Comunanze Agrarie, enti da secoli dediti alla salvaguardia e sviluppo del proprio territorio, basandosi sul principio della solidarietà e sussidiarietà.

4“Questi enti, talvolta bistrattatti, – affermano i presidenti delle comunanze Mino Canali (Ancarano), Duca Antonio (Campi), Nando Masciotti (Guaita S. Eutizio) hanno saputo traghettare il territorio dal Medioevo ad oggi attraverso guerre, calamità naturali e problematiche di ogni genere, riuscendo a consegnare alle nostre generazioni l’incantevole patrimonio ambientale, culturale e sociale, che noi tutti conosciamo e possono svolgere un ruolo importante anche nel futuro”.

Il primo incontro svoltosi ad Ancarano sul tema ‘Ripensare, ricostruire, ripartire’ è diventato il leitmotiv che accompagna questa serie di iniziative che, partendo dal basso, cercano una condivisione delle scelte con chi è chiamato ad amministrare il territorio nell’ambito della ricostruzione post-sisma 2016.

La pubblicazione degli atti delle varie iniziative, a cura di Adelindo Capparelli, Rita Chiaverini e Antonio Duca, è un metodo di lavoro le Comunanze Agrarie hanno voluto adottare per documentare le tappe di un percorso di analisi e riflessione che guarda al futuro con l’obiettivo di rilanciare dal punto di vista sociale, economico e culturale l’intera Valle Castoriana.

Gli atti dei convegni organizzati dalle tre Comunanze Agrarie potranno essere richiesti a: coordinamentopir@gmail.com. Al momento sono disponibili quelli del primo incontro svoltosi ad Ancarano il 27 ottobre 2018.

  (222)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini