Entrano nel vivo le iniziative collaterali nell’ambito della mostra dedicata all’artista newyorkese. Sabato e domenica attesissima “Performance Tattoo” di Isabella Caddeo al Centro “Gherlinda”

1PERUGIA – Tre ore di tempo per trasferire sul corpo di modelli e appassionati della Pop Art le firme delle opere di Andy Warhol, ma anche una delle celebri Marilyn che rappresentano un classico dell’iconografia dell’artista newyorkese. E’ la sfida di Isabella Caddeo, tatuatrice ligure da anni residente a Foligno, che con le proprie “Performance Tattoo” previste sabato e domenica pomeriggio (dalle 16 alle 19) presso il “Gherlinda” di Ellera di Corciano apre la serie di eventi collaterali della mostra “Andy Warhol …in the City”, in programma a Perugia fino al 17 marzo prossimo.

Sul palco del Centro di intrattenimento Caddeo mostrerà al pubblico le sue doti di tatuatrice, che da otto anni la vedono protagonista non solo nel suo “Tattoo’S Studio” folignate, ma anche in altri appuntamenti nel centro Italia tra cui spicca la partecipazione al “Biosalus Festival” di Urbino, che vede tra gli organizzatori anche l’associazione culturale Compagnia di Viaggi Mistici “Chakruna” di cui è socia fondatrice.

Grande appassionata di arte, Isabella in realtà sin da giovanissima svolge l’attività di pittrice, avvicinandosi al mondo dei tatuaggi solo più recentemente, ma mano ferma e tratto preciso le consentono di trovarsi perfettamente a suo agio nel passaggio dalla tela alla pelle e con l’utilizzo di dermografi, aghi e inchiostri. Svariate, al pari di colori e originalità, le tecniche utilizzate che verranno presentate nel weekend dedicato al rapporto tra pop art e tattoo.

Per il pubblico, ovviamente, oltre che assistere alle performance dell’artista, ci sarà anche la possibilità di visitare gratuitamente una delle sezioni della mostra presso lo spazio espositivo sito al primo piano del “Gherlinda” che ospita quattro opere di Warhol e molte altre di Pier Giuseppe Pesce, Alessandro Ficola, Alessia Tunesi, Isabella Caddeo Edi Babini e del maestro fotografo Gianfranco Tomassini, che traggono ispirazione dalla corrente warholiana.

Prosegue intanto a pieno ritmo e con grandi consensi presso il Centro servizi camerali “Galeazzo Alessidi via Mazzini (ex Borsa Merci, sabato e domenica orario continuato 10-19, info su www.pubbliwork.it) la mostra che Pubbliwork Eventi e “New Factory Art” hanno organizzato con l’entusiastico supporto di istituzioni, enti e numerosi sponsor e l’obiettivo di far conoscere soprattutto ai più giovani un personaggio innovativo, poliedrico e controverso come appunto Andy Warhol.

  (289)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini