In regione 8mila fattrici (su oltre 22mila a livello nazionale) e oltre 500 allevamenti. Ad Agriumbria forte attesa per l'evento dal 29 al 31 marzo prossimo

toro-chianinoPERUGIA – Anche quest’anno il “Gigante bianco” calcherà il ring di Bastia per dare vita a una mostra regionale di grande valore La presenza della zootecnia ad Agriumbria, curata dall’A.R.A. – Associazione Regionale Allevatori dell’Umbria, dall’A.I.A. e dalle altre Associazioni dei Sistema Allevatori, è uno dei piatti forti della della manifestazione che tornerà all’Umbriafiere di Bastia dal 29 al 31 marzo per la sua 51a edizione. Un binomio vincente, quello tra Agriumbria e il mondo delle Associazioni Allevatori, che è stato da sempre uno degli assi portanti di questa grande manifestazione.

Tra i protagonisti di questa edizione ci sarà la Chianina, tra le più popolari e conosciute razze bovine italiane e che anche quest’anno arricchirà il panorama zootecnico di Agriumbria.

In programma c’è infatti la mostra regionale umbra che, così come è già avvenuto in passato, costituirà un appetitoso aperitivo della mostra nazionale, che si terrà a primavera inoltrata in terra di Toscana.

In materia di allevamento del “Gigante bianco”, l’Umbria non è seconda a nessuno: con circa 8mila fattrici (su oltre 22mila) e con i suoi 500 e passa allevamenti iscritti al Libro genealogico dell’Anabic (che non a caso ha sede a Perugia) è da considerare il principale polo produttivo di questa razza.

Un bovino oggi particolarmente caro agli allevatori italiani per i suoi numerosi punti di forza: velocità di accrescimento, precocità e resa alla macellazione, qualità organolettiche della carne, facilità di parto, attitudini materne e capacità di adattamento all’allevamento estensivo, in regime brado e semibrado.

Senza naturalmente dimenticare sua maestà la fiorentina, o l’Igp Vitellone bianco dell’Appennino centrale, di cui la Chianina è tra gli assi portanti.

Dunque appuntamento a bordo ring, per una “regionale” che sarà sicuramente all’altezza delle aspettative.

Tra i grandi eventi del settore zootecnico ci saranno le mostre nazionali dei bovini di razza Limousine, Charolaise e Romagnola. Importante sarà la presenza dei bovini da latte, razza Frisona. Di notevole interesse per i tanti operatori e visitatori saranno le esposizioni di capi di ovini, caprini, animali da cortile, selvaggina.

 

  (197)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini