Podio (Magliona - Scola - Cubeda)GUBBIO – E’ in pieno fermento nel Comitato Eugubino Corse Automobilistiche l’organizzazione del Trofeo Luigi Fagioli 2019. La 54esima edizione consecutiva sarà a Gubbio dal 23 al 25 agosto valida come nona prova del Campionato Italiano Velocità Montagna e arriva sulla scia di un 2018
straordinario.

Nella scorsa stagione la classica cronoscalata umbra ha ospitato il round tricolore e poi, per la
prima volta in Italia, il FIA Hill Climb Masters con 170 piloti da tutta Europa, riportando un successo senza precedenti per spettacolo sportivo, organizzazione e scenari, riconosciuto anche a livello internazionale e condiviso con la stessa FIA, AciSport e il Comune di Gubbio. Proprio sulla scia della straordinaria esperienza vissuta tra l’agosto e l’ottobre scorsi per il 2019 gli organizzatori del CECA puntano a un nuovo evento di prestigio che dal 23 al 25 agosto prossimi porti tante novità già al vaglio.

Così sono diverse le idee che gli organizzatori eugubini stanno sviluppando per un appuntamento che non può più accontentarsi di vivere un’edizione tricolore “normale”. L’obiettivo diventa organizzare un evento “de luxe” che ricalchi alcune caratteristiche del FIA Masters e massimizzi l’esperienza internazionale dello scorso ottobre.

Con l’inizio del 2019 sono poi riprese anche le altre attività. Nei giorni scorsi il CECA ha confermato il
consiglio direttivo con Luca Uccellani nel ruolo di presidente ed è tuttora in svolgimento un corso per
commissari di gara e verificatori sportivi e tecnici in collaborazione con l’Automobile Club Perugia che sta coinvolgendo oltre 30 persone nella sede dell’associazione e nei locali adiacenti messi a disposizione dal Comune di Gubbio.

Il 54° Trofeo Fagioli, nona prova delle 12 che compongono il calendario 2019 del CIVM, si disputerà lungo il tracciato di 4150 metri che dal caratteristico centro storico di Gubbio sale a Madonna della Cima attraverso la Gola del Bottaccione, sito geologico di rilevanza mondiale in ambito scientifico e naturalistico. (130)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini