Si mantengono costanti gli iscritti alle scuole superiori di Marsciano mentre il calo demografico riduce gli iscritti alle elementari

1MARSCIANO – Il 31 gennaio si sono chiusi i termini per le iscrizioni all’anno scolastico 2019/2020 e per le scuole del territorio comunale sono emersi dati molto significativi. Il primo di questi è l’aumento di iscrizioni alla scuola media Brunone Moneta dell’Istituto Omnicomprensivo Salvatorelli-Moneta. I nuovi iscritti sono infatti 173, contro i 151 dell’anno passato. Un aumento importante che dà la misura di una maggiore attenzione del Primo e Secondo Circolo didattico di Marsciano e delle famiglie del territorio all’offerta formativa dell’Omnicomprensivo.

Significativo per questo risultato è stato anche il lavoro che proprio l’Istituto Salvatorelli-Moneta, in collaborazione con i due Circoli didattici, ha fatto, in particolare, nelle classi quinte delle scuole elementari, proponendo eventi ed attività laboratoriali, a partire dall’informatica, volti a far conoscere i propri corsi. Iniziative che continueranno ad essere proposte anche nel prosieguo dell’anno.

L’altro dato da segnalare è il calo delle iscrizioni alle scuole dell’infanzia ed elementari del territorio. Per l’anno scolastico 2019/2020, tra il Primo e il Secondo Circolo didattico, gli iscritti sono 114 alla scuola dell’Infanzia e 134 alla prima elementare. In particolare, per la scuola Primaria, gli iscritti dell’anno passato alla prima elementare erano 187.

Il calo quindi, nel raffronto tra le due annualità è di 53 unità. Si tratta di un dato che è sostanzialmente imputabile al fenomeno del calo di nascite che sta interessando in questi ultimi anni anche il nostro territorio. Infatti, a fronte dei 211 nati nel comune di Marsciano nel 2012 ed iscritti alla prima elementare per l’anno 2018/2019, abbiamo solo 139 nati nel 2013 ed iscritti per l’anno scolastico 2019/2020. Quindi un calo di ben 72 nascite.

Per quanto riguarda poi gli indirizzi superiori dell’Omnicomprensivo Salvatorelli-Moneta gli iscritti al prossimo anno scolastico sono al momento 122, un numero in linea con quello degli anni passati. Qui da segnalare, in particolare, un forte apprezzamento, in termini di iscrizioni, per la sezione Cambridge International presso il Liceo scientifico, che è stata attivata a partire dall’anno scolastico in corso e che prevede l’insegnamento anche in lingua inglese di alcune materie del corso di studi, con docenti madrelingua che affiancano il docente titolare della disciplina.

Al termine del percorso gli studenti potranno sostenere, su tali materie, un esame finale in inglese con l’ottenimento di una certificazione internazionale sulla conoscenza della materia e della lingua.

Infine, sul fronte della formazione professionale, il Centro di Formazione CNOS FAP, nella sua sede di Marsciano, ha ricevuto preiscrizioni per il nuovo anno scolastico 2019/2020 per l’attivazione di una classe. Gli studenti in uscita dalla terza media possono infatti assolvere all’obbligo di istruzione frequentando un percorso di istruzione e formazione professionale in modalità duale (cioè alternando scuola e lavoro). Il settore prescelto dalla maggior parte degli studenti è quello della ristorazione, tuttavia sarà possibile, come anche per tutti gli indirizzi scolastici, iscriversi in un momento successivo e poter scegliere, oltre al profilo “Operatore della ristorazione”, anche la figura professionale “Operatore elettrico”.

“Sono molto soddisfatta – commenta l’Assessore alla scuola del Comune di Marsciano, Anna Maria Artegiani – per le iscrizioni che ci sono state presso le scuole del territorio, sebbene il calo demografico è un problema che sta emergendo da tempo non solo a livello locale ma nazionale. Voglio anche ricordare che come Amministrazione comunale stiamo lavorando ad un accordo di rete tra le istituzioni scolastiche del nostro territorio per promuovere e realizzare progetti e iniziative per favorire la continuità tra i diversi gradi scolastici, che abbiano come obiettivo principale la promozione della cultura e le politiche dell’inclusività totale come prevenzione di ogni forma di disagio. Parte di questo percorso sarà anche una formazione continua rivolta agli stessi docenti.

Dare competitività e qualità al nostro sistema formativo non può prescindere dal mettere in rete esperienze e materiali al fine di sviluppare una strategia di collaborazione tra scuola, istituzioni locali, partners sociali, associazioni e università”.

 

  (99)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini