Taglio del nastro venerdì 22, alle 16.30. Alle 17 inaugurazione mostra fotografica su ritiri Ac Perugia a Norcia. Alle 10 a palazzo Graziani tavola rotonda ‘Norcia e le nuove tecnologie: la città che guarda al futuro’

nero-norciaNORCIA – La novità più significativa è che torna in centro storico, in una città ancora ferita ma pronta a guardare avanti. Nero Norcia, mostra mercato nazionale del tartufo nero pregiato e dei prodotti tipici, aprirà i battenti venerdì 22 febbraio alle 16.30 e proseguirà per tutto il weekend, fino al 24 febbraio, e poi ancora il 2 e 3, 9 e 10 marzo. Al taglio del nastro della 56esima edizione, a Porta Romana, saranno presenti il sindaco di Norcia Nicola Alemanno insieme a Maurizio Marello, sindaco di Alba, capitale italiana del tartufo bianco, stretta da un simbolico gemellaggio con la città nursina.

Presenti, inoltre, Fernanda Cecchini, assessore alle politiche agricole e agroalimentari della Regione Umbria, Clara Pastorelli, consigliere con delega allo sport del Comune di Perugia, Angelo Borrelli, capo dipartimento Protezione civile nazionale, Piero Farabollini, commissario straordinario alla ricostruzione, e Walter Trivellizzi, direttore del Gal Valle umbra e Sibillini, associazione partner nell’organizzazione dell’evento (Psr per l’Umbria 2014-2020 Misura 19.3 l’Europa investe nelle zone rurali). Interverranno anche Roberto Goretti, responsabile area tecnica Perugia calcio, e Fabrizio Ravanelli, ex storico calciatore, e alle 17 sarà poi inaugurata la mostra fotografica sui ritiri del Perugia calcio a Norcia, in piazza san Benedetto.

A precedere il taglio del nastro, la mattina alle 10 a palazzo Graziani, è prevista una tavola rotonda dal titolo ‘Norcia e le nuove tecnologie: la città che guarda al futuro’ a cui parteciperà, tra gli altri, la professoressa Rosella Tonti, dirigente scolastico dell’Istituto omnicomprensivo De Gasperi-Battaglia.

(118)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini