polfer-alessandro-dantoniFOLIGNO – Lo aggredisce e lo picchia con una scopa perché additato come ladro di una borsa, poi si scopre che il furto non c’è. È la sintesi dell’ultima attività di polizia attuata dagli Agenti della Sezione Polfer folignate.
Nei giorni scorsi, all’interno dello scalo ferroviario di Foligno, tre viaggiatori, due uomini, entrambi cittadini italiani 40enni ed una donna italiana 50 enne, noti alle forze di polizia, si incontravano ed iniziavano a colloquiare.
Poco dopo, i due uomini iniziavano a discutere animatamente.
Improvvisamente la discussione degenerava dapprima in aggressione verbale e poi fisica, quando uno dei due uomini veniva accusato dall’altro di aver rubato la borsa della donna.
Pertanto, l’uomo accusato del furto, afferrava una scopa e rincorreva l’altro, colpendolo ad una gamba.
I poliziotti intervenivano prontamente, identificando i due uomini e la donna, cercando di fare chiarezza sull’accaduto.

Grazie agli accertamenti effettuati dagli Agenti ed alle immagini del sistema di videosorveglianza, si appurava che il presunto furto della borsa, in realtà, non era avvenuto, mentre risultava confermata l’aggressione mediante la scopa.
Al termine delle attività di rito l’aggressore veniva deferito all’Autorità Giudiziaria spoletina per il reato di lesioni personali mentre, l’uomo aggredito e la donna 50 enne venivano altresì deferiti per il reato di calunnia. (123)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini