L’Assessore regionale Cecchini in visita alla Cooperativa Produttori Carne “San Nicolo” . Il Presidente Masci: “Tecnologicamente all’avanguardia per portare la carne Chianina nelle tavole dei consumatori italiani e nei mercati esteri”

1TERNI – Grazie a un biglietto di presentazione che parla di 45 anni di storia, 25 allevatori soci che conferiscono animali selezionati, circa 50 capi lavorati ogni settimana, 13 milioni di euro di fatturato raggiunto e la capacità di dare lavoro a 30 persone in gran parte di sesso femminile, la Cooperativa Produttori Carne “San Nicolò” di Terni nei giorni scorsi ha ricevuo la visita nei propri stabilimenti di Montecastrilli dell’Assessore Regionale all’Agricoltura, Fernanda Cecchini, accompagnata dal Direttore Regionale di Fedagripesca-Confcooperative Lorenzo Mariani, realtà associativa a cui aderisce.

Si è trattato di un significativo riconoscimento dell’attività svolta per questa autentica eccellenza umbra del comparto della zootecnia bovina che ha nella razza Chianina la sua peculiarità, particolarmente apprezzata da tutti i grandi gruppi della distribuzione nazionale, ma anche all’estero dal momento che la cooperativa è molto attiva anche sui mercati esteri (Olanda, Belgio, Germania, perfino Giappone) grazie alle più avanzate tecnologie di lavorazione e confezionamento sottovuoto, skin ed in atmosfera controllata

“Siamo felici dell’attenzione che ci ha voluto riservare con la sua visita l’Assessore Cecchini che abbiamo accompagnato a prendere visione di tutte le fasi di lavorazione che vengono effettuate nel nostro stabilimento, dove trattiamo esclusivamente bovini di razza chianina conferiti dai nostri soci” racconta il Presidente della Cooperativa, Andrea Masci. L’Assessore ha potuto constatare, come spiega il Direttore della Cooperativa, Massimo Pauselli “che siamo in grado di soddisfare tutte le esigenze dei clienti, con ogni tipologia di prodotto: dalla celebre bistecca fiorentina al carpaccio. Ma siamo ancor più orgogliosi di poter dire di essere stati tra i primi a credere, qualche anno fa, sulle potenzialità degli hamburger di qualità a base di carne Chianina umbra ed oggi collochiamo sul mercato circa 10.000 pezzi al giorno e 3.000.000 all’anno”.

E Cecchini ha avuto in merito parole di riguardo: “Come Assessore Regionale all’Agricoltura ho ammirato la passione e la qualità del lavoro svolto dai vertici e dagli addetti della Cooperativa per valorizzare in maniera così apprezzabile una delle nostre maggiori eccellenze agroalimentari quale è la carne chianina. La Regione dell’Umbria ha puntato molto sul rilancio del comparto zootecnico da carne elaborando dapprima un piano strategico regionale e collocando successivamente notevoli risorse per la cura ed il benessere animale, la tracciabilità e la valorizzazione al meglio delle carni pregiate umbre.

Lo abbiamo fatto con la consapevolezza che una impresa zootecnica quando chiude assai improbabilmente riapre i propri battenti. Ho la certezza, però, che in progetti imprenditoriali come quello che ho visitato qui ci possano essere non solo le condizioni per far sì che le imprese zootecniche non chiudano, ma che ne nascano altre, tenuto conto del fatto che al momento la domanda del mercato di carne di qualità è in continua crescita anche per effetto del boom dell’hamburger”.

Apprezzamento è stato espresso anche dal Direttore di FedagriPesca, Lorenzo Mariani, per il quale è “importante valutare non solo l’aspetto prioritario della soddisfazione economica dei soci allevatori umbri che conferiscono i loro capi alla cooperativa, ma anche la ricaduta occupazionale che ha visto negli anni della crisi aumentare i numeri dei dipendenti insieme al crescere costante del fatturato”.

“Pur nella consapevolezza del momento positivo che sta vivendo, tuttavia, la nostra cooperativa – conclude il Presidente Andrea Masci – continuerà a guardare al futuro programmando nuovi investimenti sulle strutture immobiliari e sulle attrezzature per soddisfare sempre al meglio i nostri esigenti clienti, che su di noi fanno un grande affidamento per la qualità dei nostri prodotti e la serietà dimostrata sul campo. Guardiamo ai mercati internazionali ma anche alla filiera corta e recentemente abbiamo acquisito una struttura agrituristica dove andremo a promuovere e proporre agli avventori esclusivamente le nostre carni abbinate alle eccellenze agroalimentari del territorio umbro”.

  (292)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini