Il primo in ordine cronologico degli eventi è un doppio appuntamento che si terrà in piazza d’Armi mercoledì 1 maggio: si tratta del Trofeo Italia Scrambler e del Campionato Interregionale Mini Enduro Umbria Marche;

1SPOLETO – Una nutrita serie di eventi motociclistici di grande livello agonistico, di forte impatto aggregativo e di richiamo turistico. In più l’anticipazione che Spoleto ospiterà nel giugno 2020 il Gran Premio d’Italia Enduro Gp valevole per il Campionato del mondo: il Moto Club Spoleto ha presentato stamani a Palazzo Comunale il calendario delle iniziative 2019 ed ha ufficializzato che, dopo il successo del Gran premio d’Italia Enduro Gp Città di Spoleto, eletto nel 2017 dalla Federazione Miglior Gran Premio della Stagione con oltre 35.000 presenze nei 4 giorni di gara, Spoleto sarà sede, a distanza di pochi anni, del Gran Premio d’Italia Enduro GP per l’anno 2020.

Alla conferenza hanno partecipato il Sindaco di Spoleto Umberto de Augustinis, Daniele Cesaretti, Presidente Moto Club Spoleto, l’assessore all’ambiente Maria Rita Zengoni, il Consigliere comunale con delega allo sport Massimiliano Montesi e Andrea Benedetti del Comitato regionale FMI.

Il primo in ordine cronologico degli eventi organizzati a Spoleto dal Moto Club è un doppio appuntamento che si terrà in piazza d’Armi mercoledì 1 maggio: si tratta del Trofeo Italia Scrambler e del Campionato Interregionale Mini Enduro Umbria Marche. Una novità è il campionato italiano di velocità in salita che si svolgerà da Spoleto a Monteluco da venerdì 24 a domenica 26 maggio. Eventi non competitivi sono quelli approntati per il weekend del 3, 4 e 5 agosto con la rievocazione storica Circuito Città di Spoleto, il raduno delle mitiche Vespe a cura del Vespa Club Spoleto. Altro weekend pieno di iniziative è quello del 14 e 15 settembre con il Campionato Italiano Major e con il Campionato Regionale Enduro .

Durante la conferenza è stato sottolineato il prosieguo della collaborazione tra la Federazione Motociclistica Italiana e il Comando Unità Forestali Ambientali e Agroalimentari Carabinieri (CUFA) per promuovere il rispetto ambientale e la sicurezza stradale, dando continuità al Protocollo di Intesa sottoscritto nel giugno 2017 tra la FMI e i Carabinieri Forestali. L’iniziativa si chiama “Mettiamoci in moto…” e si svilupperà attraverso cinque progetti: Campagna AIB (Anti – Incendio Boschivo), Enduro italia, Turismo Verde, Attività di Protezione Civile e l’Eco-Enduro che sulla base del protocollo di Kyoto prevede la piantumazione di nuovi alberi e piante in grado di azzerare le emissioni in atmosfera del CO2 derivanti dall’organizzazione delle gare di Enduro. (287)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini