Dal nostro inviato speciale GILBERTO SCALABRINI

aASSISI – Il 21 marzo, esattamente fra cinque giorni, sarà Primavera e molte città festeggeranno il suo ritorno. C’è un luogo, però, che ne fa un appuntamento straordinario: è Assisi, la città serafica che mostra la sua anima durante il coloratissimo Calendimaggio. Quest’anno si parte in anticipo: il 23 marzo prossimo i festeggiamenti inizieranno con un itinerario musicale alle ore 18 da via Fontebella con il coro dei cantori di Assisi e si andrà avanti fino alle ore 20 attraversando via Cristofani, sant’Agnese, piazzetta delle Erbe, piazza san Rufino e poi piazza del Comune dove si potrà partecipare ad una conviviale, per concludere alle 21 con il concerto in piazza.

pecetta-lanfrancoRicco il programma della festa, è stato presentato questa mattina nella Sala degli Emblemi del palazzo comunale, dal presidente dell’Ente Lanfranco Pecetta (nella foto) e dalla sua vice Lucia Fiumi. Erano presenti anche il sindaco Stefania Proietti e il rappresentante delegato dal Comune Stefano Venarucci e Donatella Casciani, presidente del Consiglio Comunale. Presenti anche i Priori delle due parti. Il tuffo indietro nel tempo sarà l’8, 9, 10 e 11 maggio. In questi 4 giorni ci sarà anche il mercato dei mestieri nella piazzetta del Piccolo san Francesco. Non si tratta di un mercato vero e proprio, bensì della rievocazione degli antichi mestieri con gli addetti ai lavori inguainati nei costumi dell’epoca. Sarà una festa per tutti, anche per i turisti?

24Noi abbiamo sempre scritto che il Calendimaggio non è una manifestazione per turisti, che sono ammessi, ma non richiesti, bensì una sfida fra due antiche fazioni medievali: Parte de Sopra e Parte de Sotto. Oggi la Casciani ha spezzato una lancia a favore, che forse non tutti condividono, sottolineando con forza che la “festa non può restare chiusa dentro le mura, ma deve farsi conoscere anche all’esterno”. Giusto, giustissimo! Il Calendimaggio, infatti, è la festa laica diAssisi e Assisi a primavera è il Calendimaggio con la sua magia infinità di eventi e spettacoli.

dsc_0017“La preparazione dell’evento –ha sottolineato il Presidente Pecetta- richiede almeno un anno di lavoro e il coinvolgimento dell’intera comunità. E’ una festa complicata e lunga”. E’ vero, verissimo. Il sindaco Stefania Proietti, nel prendere brevemente la parola, ha detto “Grazie a tutti i partaioli per il lavoro profuso in questi mesi. Io sarò sempre con voi durante la festa. I sistemi di sicurezza ci consentiranno di svolgere il programma nella normalità. L’Amministrazione comunale sarà presente ma trasparente. Da parte nostra c’è un impegno economico, perchè è la festa della città, quella che la contraddistingue anche a livello internazionale”.

Aleardo Pelacchi, Priore maggiore della Parte De Sopra

Aleardo Pelacchi, Priore maggiore della Parte De Sopra

Il primo cittadino ha infine concluso con un invito: “Assisi dobbiamo valorizzarla insieme!”. Ha ragione, perchè il Calendimaggio ha un fascino autentico, che coinvolge la città, la risveglia dall’inverno e, giorno dopo giorno, l’accompagna alla festa che riprende antiche tradizioni pagane che celebravano il rinnovarsi del ciclo della vita con usi e riti propri dell’antico popolo degli Umbri.

Massimiliano Della Vedova, Priore Maggiore della Parte de Sotto

Massimiliano Della Vedova, Priore Maggiore della Parte de Sotto

Il Calendimaggio è ormai un evento di portata internazionale, data anche la presenza di una giuria che vanta la partecipazione di uno storico, di un musicologo e di una personalità del mondo dello spettacolo. Sarà presentata ufficialmente il 25 aprile, in occasione della sfida dei balestrieri. Saranno scelti 5 Guglielmo Tell per ogni parte, da abbinare alle giovanissime Madonne Primavera. Le belle ragazze saranno presentate al pubblico il 30 aprile e la sera cena propiziatoria delle Parti.

Il sindaco Stefania Proietti durante il breve intervento

Il sindaco Stefania Proietti durante il breve intervento

Dopo il successo dello scorso anno, sarà ripetuta anche la trasmissione “Calendimaggio open”, in diretta su webcam. Importante anche il 27° premio rivolto alle scuole: per gli alunni dell’infanzia e della primaria tema sul calendimaggio, con disegni o plastici. Per i ragazzi delle medie, tema libero sulla festa. Palazzo Frumentario, inoltre, ospiterà i laboratori per tutti i ragazzi. “Sarebbe stato importante –ha ricordato il presidente Pecetta- premiare una tesi di laurea sul calendimaggio, vistp che Assisi è sede dell’Università sul turismo. Purtroppo, noi non ce l’abbiamo fatta”.

Forse, riprenderanno l’idea i membri del nuovo direttivo che sarà eletto dopo il 15 settembre prossimo. L’8 e 9 Giugno si svolgerà la settimana della musica antica. Il 30 giugno gli spettacoli delle compagnie teatrali itineranti e a settembre, nei giorni 13,14 e 15, la manifestazione “Non solo Medioevo”. Il programma è ancora da definire.

PROGRAMMA DELLA FESTA DI CALEMDIMAGGIO

bc (268)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini