Bisogna rivedere il contributo sulla loro gestione”. A chiederlo il centrodestra che presenta una mozione

1PERUGIA – Promuovere un incontro con la Regione Umbria per rideterminare l’ammontare del contributo versato dalla stessa alla Provincia di Perugia quale onere per la cura e la gestione delle strade regionali in capo all’ente. La richiesta, contenuta in una mozione inviata al Presidente dell’Ente Luciano Bacchetta e al Consiglio, nasce dal fatto che “la Regione Umbria contribuisce in maniera minore rispetto ad altre regioni italiane alla manutenzione delle strade in capo alla Provincia, tanto da aver riconosciuto, dal 2016, un contributo a parziale copertura delle spese sostenute, pari circa a un milione di euro all’anno”. Firmatari del documento sono Jacopo Barbarito (Capogruppo Forza Italia – proponente), Claudia Luciani (Forza Italia), Marcello Rigucci (Capogruppo Lega), Piero Sorcini (Capogruppo Fratelli d’Italia) e Andrea Lignani Marchesani (Fratelli d’Italia)

“La Provincia di Perugia – si legge nella mozione – ha in carico 580 km di strade regionali, di cui cura la manutenzione ordinaria e straordinaria, nonché gli interventi di sfalcio dell’erba e altre operazioni accessorie. Secondo quanto emerso dalla riunione delle commissioni, in seduta congiunta, del 15 marzo, alla presenza del consigliere delegato del Presidente Erika Borghesi, la Regione Umbria destina la somma di 333 mila euro all’anno (circa 574 euro/km) quale contributo per la manutenzione ordinaria, a cui vanno ad aggiungersi 2,2 milioni di euro per quella straordinaria per le annualità 2019 e 2020.

Inoltre bisogna considerare che “la gestione della complessa rete di strade provinciali e regionali in capo alla Provincia rappresenta uno dei principali compiti dell’ente, il personale e i mezzi a disposizioni per ottemperare tale compito sono decisamente ridotti rispetto al fabbisogno ottimale, la manutenzione e la gestione della rete stradale è uno dei servizi di più immediata visibilità e importanza per i cittadini, la manutenzione e gestione delle strade regionali distoglie risorse, mezzi e unità in organico per le attività della complessa rete di strade provinciali, l’area spoletina e della Valnerina, dal 2016, sono state interessate dalle criticità legate agli effetti del terremoto, generando così un aggravio di lavoro e di attenzione per la rete viabile da parte del personale dell’ente”. (124)

Share Button

Written by Gilberto Scalabrini